“1895.cloud”: l’anima dei cinema va in rete ed è una meraviglia. Ci sono anche i nostri amici del Metropolis!

Parigi, 28 dicembre, 1895.

33 spettatori, al costo si un franco, assistono alla prima proiezione cinematografica. È la nascita ufficiale del cinema. Ancora oggi il cinema è parte della nostra vita, ci emoziona e ci aiuta a riflettere sulla complessità della realtà.

1895.cloud è il progetto di un gruppo di esercenti e distributori indipendenti, appassionati del proprio lavoro, desiderosi di fare rete fra di loro e con i loro complici più preziosi: gli spettatori.

1895.cloud sostiene la sala, cuore dell’esperienza cinematografica più autentica ed emozionante e presidio culturale insostituibile. Affianca, non sostituisce la visione collettiva, al buio, su grande schermo, e trae la sua forza dall’incontro quotidiano con lo spettatore: un rapporto stretto, di fiducia, fatto di relazioni, condivisione e confronto.

1895.cloud nasce simbolicamente a un anno dalla prima chiusura imposta alle sale e si affianca alla sala che resta il cuore dell’esperienza cinematografica più autentica ed emozionante; grazie agli strumenti della rete espande, senza sostituirla, la visione collettiva, al buio, su grande schermo, arricchendo l’on demand di quel calore umano fatto di relazioni, interazioni e confronto con i gusti dello spettatore, cardine del mestiere dell’esercente.

1895.cloud è una piattaforma di video on demand che ha nella selezione fatta dagli esercenti il suo punto di forza.

È un archivio per ritrovare film d’essai, sperimentali, indipendenti che non sono più nelle sale.

È un luogo di iniziative, dibattiti, incontri con gli autori, live e non, che possono accompagnare nella visione del film.

È uno spazio virtuale in cui le sale potranno prolungare la tenitura dei film anche dopo la riapertura e la fine della pandemia.

È un laboratorio che fa da vaso comunicante tra reale e virtuale grazie alla collaborazione tra le sale, favorendo una logica di buone pratiche e compartecipazione.

Tra le prime undici sale che partecipano al progetto, c’è il Postmodernissimo di Perugia e a breve verrà aggiunto anche il Cinema Metropolis di Umbertide.

Nella selezione dei film disponibili per la sala virtuale del Postmod consigliamo Sofia di Meryem Benm’Barek premiato a Cannes nel 2018, The Juniper Tree, restaurato, con una giovanissima Bjork al suo debutto cinematografico nel 1990, il documentario sulla Psicomagia di Alejandro Jodorowsky e il bellissimo La Douleur tratto dal romanzo di Marguerite Duras autrice di Hiroshima mon amour.

Il costo del biglietto dipende dalla tariffa scelta tra le tre disponibili: solidale (prezzo minimo che dipende dal distributore, di solito 3 o 4 euro), equo (6 euro) o sostenitore (9 euro per aiutare la sala e i progetti della piattaforma). 

Tecnicamente la piattaforma si base su Vimeo quindi è possibile vedere i film tramite l’app di Vimeo anche sulla propria Smart Tv e su tutti i dispositivi che la supportano, oltre che su Pc, tablet o telefono.

Buona visione!

1895.cloud, l’anima dei Cinema in rete.

Come fare per accedere? Il tutorial:

1

2

3


4


5

6

Published by

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.