logo
logo

About Burri: un logo per la Locanda – the Mag 15

burri-logo-locanda-castello-di-sorci
1 min.

Ero una bambina quando vidi Alberto Burri per la prima volta. Ho ancora in mente l’immagine nitida di quando arrivò al Castello di Sorci con il  fuoristrada.

di Veronica Barelli

primetto-barelli-alberto-burri-mario-dondero

Scatto d’autore: Primetto Barelli con l’amico Alberto Burri fotografati da Mario Dondero

 

Era vestito con la sua  giacca di tela chiara con tanti taschini. Gentile, sorridente. Il Cucinone del Castello custodisce ancora oggi la memoria delle tante cene consumate con mio padre e altri amici. Nelle foto alle pareti, Burri è ritratto da mio padre negli eventi più disparati. Ce n’è una che ricordo con particolare affetto. Il maestro è circondato da alcuni bambini incuriositi mentre disegna (nella foto in evidenza, Burri dopo aver realizzato il logo della Locanda del Castello di Sorci insieme ai bambini della famiglia Barelli).

Mi sembra di rivivere quel momento. C’era una grande emozione generale perché Burri mostrava il suo  lavoro finito e credo che solo un bambino possa percepire la magia di un momento così eccezionale: l’artista che rivela la sua creazione. Mostrava il Bozzetto che aveva realizzato come logo per il ristorante. Mio padre non stava nella pelle, era felice anche lui come un bambino.

Era come se quella piccola opera dai colori vivaci e inconfondibili della sua arte, siglasse un’intesa profonda e speciale, quella tra due persone creative e piene di entusiasmo. Credo proprio che questo piccolo capolavoro sia soprattutto la testimonianza di una grande amicizia, quella tra Burri e Primetto Barelli.

Post simili

Pubblicato da

Redazione di the mag

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.