logo
logo

Al regista Emanuele Crialese il Premio nazionale “Cultura della Pace – Città di Sansepolcro”

crialese-the-mag
1 Min. - tempo di lettura

Sabato 6 dicembre, alle 16, sarà a Sansepolcro per ritirare il premio nazionale biennale “Cultura della Pace – Città di Sansepolcro” XII edizione, Emanuele Crialese, uno dei registi italiani più apprezzati a livello internazionale, premiato per i suoi lavori anche a Venezia e Cannes, autore di Respiro, NuovoMondo e TerraFerma.

Per l’occasione, e per permettere a tutti gli interessati di conoscerne il valore, il film co-prodotto da Italia e Francia ‘TerraFerma’, sarà proiettato presso il cinema Nuova Aurora giovedì 4 dicembre alle 21 con ingresso libero.

Terraferma_clip2

Crialese nasce a Roma nel 1965 da genitori siciliani, si trasferisce a New York dove si laurea nel 1995 e viene immediatamente notato per il suo talento.

Terraferma è un film del 2011 diretto da Crialese che ha ricevuto il premio speciale della giuria alla 68 ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e tre candidature al David di Donatello nel 2012. Racconta la storia di due pescatori di un’isola siciliana e le vicende che accompagnano la loro vita e dell’isola in seguito all’accoglimento di alcuni naufraghi migranti.

La motivazione per il conferimento del premio “Cultura della Pace-Città di Sansepolcro” edizione 2014 rileva per Crialese “l’aver mostrato con i suoi film un’umanità in viaggio, alla ricerca di un luogo di vita dignitoso, dove poter esprimere il proprio desiderio di appartenenza ed il proprio progetto di vita. Mostra un’umanità attenta ad affermare il proprio essere nel mondo, a manifestare, con chiarezza e semplicità, la cittadinanza mondiale di ogni uomo al di là delle frontiere. La dignità non ha carta d’identità o passaporto che possa negare il diritto di ognuno all’esistenza”.

MANIFESTOPACE2014

Il premio, che sarà conferito a Crialese alle 16 del 6 dicembre presso il Cinema Nuova Aurora ha il patrocinio del Parlamento Europeo, della Presidenza della Repubblica, del Comune di Sansepolcro, dell’associazione Cultura della Pace, del Senato, della Camera, della regione Toscana, del Ministero dell’Istruzione, delle Acli e della Fondazione Don Luigi di Liegro. Per la prima volta inoltre il comitato tecnico ha assegnato una menzione speciale a Border Line Sicilia Onlus che si occupa della difesa dei diritti dei migranti, in quanto esseri umani e non migranti. Giovanna Vaccaio, responsabile di Border Line Sicilia, sarà a Sansepolcro sempre il 6 dicembre.

(Foto in evidenza tratta da frenetic.ch)

 

Post simili

Pubblicato da

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.