logo
logo

Anna Cuzzolin – La mia Firenze

Anna Cuzzolin per the Mag
2 min.

Anna Cuzzolin è una giovane fotografa di Città di Castello. Ha studiato a Firenze ed è appena tornata nella sua città natale per mettere in pratica quello che ha imparato. Pubblichiamo alcune foto scattate nella “sua Firenze” e l’intervista  dove parla della sua passione e del suo lavoro.

anna cuzzolin - the mag


anna cuzzolin - the mag


Il titolo di questo progetto fotografico potrebbe essere “Una Firenze bagnata”. Quanto è stato importante per te vivere in quella città? Firenze ti ha ispirata?

Anna Cuzzolin: ”Lo scenario di queste foto è una Firenze quasi magica! È una città meravigliosa e perfetta in ogni suo colore e odore… è fonte di ispirazione da ogni angolo la si guardi. A Firenze ho trovato molti giovani che condividevano la mia passione, che mi hanno spinto a migliorarmi. Qui ovviamente c’è meno competizione mentre a Firenze ho sperimentato tante cose diverse, soprattutto a livello stilistico. Questo progetto è nato quasi per caso un pomeriggio piovoso… stavamo passeggiando ed abbiamo trovato una macchina fotografica usa e getta per la strada, così ci è venuto in mente  che potesse essere un’occasione ideale per delle foto istintive ed insolite. La città  deserta, l’atmosfera quasi onirica (e la compagna adatta!), si sono rivelate uno scenario perfetto per l’idea che avevo in mente.”

Sei stata a Firenze per inseguire il tuo sogno e ora sei tornata a casa. Cos’è successo?

Anna Cuzzolin: ”Andando a Firenze ho cercato un ambiente diverso da quello in cui sono cresciuta. Ho trovato molti stimoli, ho conosciuto molte persone… ma parliamoci chiaro: vivere la propria passione non è sempre semplice e trasformarla in una professione è ancora più difficile.Quello che cerco di fare ora è ripartire dal mio piccolo qui a casa facendo tesoro di tutto ciò che ho avuto la fortuna di vivere a Firenze!”

Come pensi sia considerata la fotografia qui in Italia?

Anna Cuzzolin: ”In questo periodo è molto sottovalutata, si crede che sia una forma d’arte alla portata di tutti, ma non è così! Ci sono persone che si definiscono fotografi senza nemmeno sapere cosa sia il diaframma. Certo, le nuove tecnologie permettono di fare molto, anche se per me non è solo una questione di formazione scolastica o accademica, ma soprattutto di passione, interesse e creatività.”

Hai 22 anni. Pensi che avrai una carriera come fotografa in Italia?

Anna Cuzzolin: ”Una carriera credo di averla… non lo sto già facendo di lavoro?”

Accetteresti di avere un altro tipo lavoro e praticare la fotografia solo come un hobby nel tempo libero? 

Anna Cuzzolin: ”Accetterei di fare un altro lavoro, integrandolo a quello di fotografa (se questo da solo non dovesse essere sufficiente), però per me la fotografia è un punto fisso, sia che si chiami lavoro o passione o hobby.”

Quali sono i tuoi progetti in questo momento?

Anna Cuzzolin: ”Innanzitutto, spero che questa collaborazione con voi mi porti nuove possibilità, inoltre spero vada in porto un progetto che avevo in mente da un pò e che coinvolge dei bambini: voglio dar loro delle macchine fotografiche usa e getta, proprio come quella che ho usato per scattare queste foto e vedere cosa viene fuori!”

Ci hai detto che a breve partirai per Londra. Sarà un viaggio per nuove ispirazioni?

Anna Cuzzolin: ”Eh certo! Finora non ho mai fatto viaggi all’estero da fotografa. Sarà un’esperienza totalmente nuova. Magari quando torno ne potremo parlare insieme…. “

Post simili

Pubblicato da

Redazione di the mag

2 thoughts on “Anna Cuzzolin – La mia Firenze”