Author Archives: dammmiano

Il Signor Kurtz è vino, bevetene!

Ho bazzicato Marco Durante in giro per fiere, senza conoscerlo, ma ci ritrovavamo spesso davanti allo stesso vignaiolo, al punto da darci quasi per scontati. di Damiano Lunghi Lui, occhialino tondo, basettoni, camicia e golfino; una tenuta bocconiana che lasciava desumere un’imminente deflagrazione. Assaggiavamo le stesse cose, e lui raccontava già quello quello che avrei capito poi. Poi abbiamo tirato le fila dei nostri incontri, e lì a breve, si sono uniti i componenti; i miei amici e i suoi. […]

Il Don Chisciotte dell’isola del Giglio

In un’estate di qualche anno fa, con Francesco Mariani (cantina Raìna) mi imbarco a Castiglione della Pescaia, alla volta dell’Isola del Giglio. Dopo poco, ovviamente, si rompe uno dei motori del traghetto, e il tragitto che solitamente ruba due ore della tua vita, comincia ad assumere le connotazioni dell’eternità. Abbiamo appuntamento con un altro Francesco Carfagna, che invece ci raggiunge con una sola ora di ritardo. Carfagna è un ex professore di matematica, originario di Roma, poi trasferitosi a Firenze, […]

Giampiero, il gigante dei calanchi e il suo vino

Da un paio d’anni, nella cerchia degli amici, è entrato un colosso buono, trasposizione umana del sollevatore di pesi col baffetto e la tutina a righe, tanto ricorrente nelle rappresentazioni old school, con un tocco di norreno. Si chiama Giampiero, trent’anni che dentro sono almeno il doppio, enologo di titolo, vignaiolo di mestiere, lucano di origini, imponente d’aspetto. di Damiano Lunghi Passa qualche anno in Friuli a mettere in pratica le sue competenze, per cantine convenzionali. Poi, cosa che in […]

Materiale resistente, la “Granja Farm” in Val di Susa

Tra le montagne della Val di Susa si mette in pratica la Resistenza e si sperimenta la magia. Nel 2015 qui nasce una fattoria: “Granja Farm”. L’ultimo avamposto prima del fronte; barriera umana e agricola allo scellerato TAV. Un gruppo di ragazzi che per arginare la devastazione delle terre, si mette a fare quello che si fa con la terra: la coltivano. di Damiano Lunghi Faccio un passo indietro. Era forse il 2018 e in non so quale fiera del […]

Districarsi (se si vuole) nella giungla dei vini naturali

Lo sapevamo, prima o poi doveva accadere: il sotterraneo mondo del vino naturale è si è scoperchiato. di Damiano Lunghi Da piccolo universo parallelo si è trasformato in un’onda travolgente. È un bene? E’ un male? È un po’ entrambe le cose, come sempre accade quando un fenomeno di nicchia diventa mainstream. Cerchiamo di capire. Nell’appassionato della prima ora, si va ad intaccare quel piacere narcisistico del mondo per pochi intimi; un po’ come quando ti sentivi figo nell’ascoltare i […]

IL TINTAROLO E IL VINO DEL CONTADINO, UN MITO DA SFATARE DOLCEMENTE

Nonno Alfredo se n’è andato da parecchi anni. Lo ricordo con grande affetto. Lui e nonna Bruna abitavano nella campagna di Costano, una zona che è rimasta campagna ancora oggi e che per un pelo non si chiama Passaggio di Bettona. di DAMIANO LUNGHI La loro casa era la porzione di un vicinato del ‘700. La fauna umana che lo popolava, interessantissima. Peppino, in perenne tenuta azzurra da meccanico e cappello di Petrini in testa. Antognino, piccolo, credo centenario già […]

Francesco Mariani: breve e scomposta biografia aneddotica non autorizzata

“È omaggio, un tributo, un riconoscimento…”.  Iniziava così un vecchio pezzo di Frankye Hi-Nrg. Senza motivo l’ho canticchiata per due giorni, finché mi son chiesto: “Qual è la prima persona del mondo del vino a cui dedicheresti tutto ciò?”. Me ne sono venute in mente almeno trenta; giochino non riuscito. Bene, quindi comincerò da Francesco Mariani, proprietario o lui stesso Cantina Raìna, in Montefalco. DAMIANO LUNGHI L’inizio della nostra stappante amicizia risale a una decina di anni fa; neo vignaiolo […]

De vinis naturalis e altre quisquilie, parola all’oste!

Mi chiamo Damiano, faccio l’oste e bevo vino naturale. Volevo dire “vendo”. E in realtà non volevo dire “vino naturale”, concetto questo di per sé nobilissimo, ma irrimediabilmente confinato nel ginepraio dei detrattori semantici (nella top five la sempreverde “la vite da sola non fa il vino”), degli oltranzisti convenzionali (guai se è bio) e dall’altra parte del ring, dei talebani new wave (se non puzza non ci piace). testo di Damiano Lunghi La mancanza di una qualsivoglia normativa volta […]