logo

Chiara Galletti – speciale “Visioni” – Becoming X

Quarantena Chiara Galletti

Chiara Galletti

Come il Coronavirus ha cambiato la tua vita?
«Non l’ha cambiata molto, sono illustratrice freelance, sono abituata a lunghi periodi di isolamento, la casa è il mio tempio creativo ed io la mia migliore compagna. Mi piace stare da sola, non mi pesa affatto, vecchie abitudini da figlia unica 😉 Mi manca la capacità di scegliere quando esserlo e quando buttarmi nel mondo».

Cosa hai riscoperto durante i giorni del grande isolamento?
«Ho riscoperto la mia capacità di adattamento, di vivere con l’essenziale, un anno in Australia da backpacker con 2 dollari sul conto mi ha forgiato; le mie skills da donna delle pulizie professionista; il silenzio fuori interrotto dal canto delle tortore; la dolcezza di mia mamma; le videochiamate; quanto tiene compagnia il fuoco di un camino e la follia del mio cane in piena pubertà».

Cosa ti ha insegnato l’emergenza?
«Tenere pulito casa, anche gli anfratti più reconditi, ad aprire stanze che non avrei mai voluto… e pulirle. La pazienza. Comprendere senza giudicare le mie emozioni, le mie reazioni a questo evento e quelle degli altri. Il valore della libertà. I limiti. La fantasia, la creatività. La vita può cambiare all’improvviso e tu devi essere pronto a cambiare con essa».


cosa ascolto

“Rhubarb” – Aphex Twin


BIO 

 Chiara Galletti tentò di strozzarsi con il cordone ombelicale, ma non ce la fece e nacque. In qualità di arguto embrione aveva già intuito quanto fosse dura la vita, ma un modo per stemperarla c’era, il disegno. E cosi prese la matita e tracciò la sua prima linea sinusoidale. Chiara è un’illustratrice per l’editoria di infanzia e character designer. E’ laureata in pubblicità presso l’Università per Stranieri di Perugia e ha conseguito una specializzazione in E-design presso l’Accademia di arti digitali Nemo di Firenze. Correntemente lavora per l’agenzia americana Astound come illustratrice. Ama rendere le persone felici con la sua arte e i suoi colori. Ha pubblicato con clienti italiani quali Gribaudo Feltrinelli, Eli la Spiga, Clementoni, Lisciani Giochi, Aguaplano Libri ed esteri quali Igloo Books, Iello France, Albert Whitman e Co., D Mind Educational, B & H Kids Editorial Staff, Benchmark Education, Mindware Toys.

 


Una matita ci salverà

Questo numero speciale di The Mag è nato da un’idea ma soprattutto dalla creatività di 50 illustratori del collettivo Becoming X. Scopriamoli!

Li abbiamo imparati a conoscere numero dopo numero su queste pagine.

Sono gli illustratori, i disegnatori e i fumettisti che insieme formano il collettivo Becoming X, un gruppo di ragazzi che dal 2012 ha deciso di condividere una passione, quella per il disegno.

Tante sensibilità, tanti sguardi e tante “penne” che, ognuna col proprio tratto, creano mondi e suggestioni che abbiamo imparato ad amare anche su The Mag.

In passato li abbiamo anche seguiti nei loro “live drawing”, delle specie di “estemporanee” dove ci si ritrova e si disegna insieme.

Li abbiamo visti all’opera in mille situazioni, dalla Galleria Nazionale dell’Umbria al Lars Rock Fest fino ai locali prima dei concerti o in degli eventi per i più piccini.

Talento, divertimento e tanta creatività: ci siamo innamorati subito del loro lavoro. Anche per questo, insieme al coordinatore e direttore artistico del collettivo, ovvero Daniele Pampanelli, abbiamo ragionato su una collaborazione “speciale” per questo numero da quarantena.

Il risultato di questo “esperimento” lo troverete nelle prossime pagine, a noi è sembrata una cosa davvero bellissima e per questo vogliamo ringraziare tutti i disegnatori che hanno dedicato il loro tempo e la loro creatività per realizzare questo progetto.

THE MAG 45 / Visioni – BecomingX

Published by

Redazione di the mag

Rispondi