logo
logo

DANTE SAMBUCHI: L’“ARTISTA DELL’OLIO”

dante-sambuchi-artista-olio-the-mag-evidenza
1 Min. - tempo di lettura

La bellezza, talvolta, sta nella riscoperta delle proprie origini. Questo ha fatto Dante Sambuchi, intrecciando nel suo percorso esistenziale l’amore per l’arte con quello per la natura.

Così il pittore, formatosi all’Accademia Brera, dopo anni di permanenza a Milano, dove si è affermato quale personalità di primo piano su quell’importante scenario culturale dove ha conseguito rilevantissimi riconoscimenti, torna nelle splendide colline dell’Alta Valle del Tevere e riscopre, in questo paesaggio unico al confine tra Umbria e Toscana, valori essenziali come l’amore per la terra, bene comune e fonte viva cui attingere per una rinnovata ispirazione.

Tornato dunque oltre tre lustri fa, Dante trasforma e rilancia l’azienda agricola di famiglia: nel 1999 nasce a Ronti ‘Le Pietraie‘, un’oasi di operosità basata sul rispetto per il tempo ciclico della natura e la silenziosa crescita delle piante di olivo. Il cuore di questa nuova realtà è nella saggezza antica dell’olivo, albero maestoso e umile al tempo stesso; il terreno di 18 ettari (su 33 dove si produce tra l’altro anche miele e vino) tutti in riconversione biologica, viene selezionato e indagato per migliorare tutto ciò che è inerente a formazione, giacitura, composizione, oltre ad altitudine, esposizione, forma di allevamento piante , cultivar più indicate per ottenere un extravergine di categoria superiore.

Nascono così sei tipi di olio con le loro specifiche vocazioni: Collesecco, Vignolo, Pietraia, fruttati di decrescente intensità, i monocultivar Gentile di Anghiari e Borgiona, sino all’Apicale; tutti apprezzati e adottati dalla gastronomia di qualità, come testimonia lo chef stellato Marco Bistarelli del “Gradale” di Monterone. Dante non dimentica l’approccio estetico alla vita. Così, tra gli uliveti, emergono d’improvviso movimentate presenze: sono le sculture che l’artista-agricoltore compone come una sorta di quadro metafisico.

Quest’anno ‘Le Pietraie’ è stata selezionata nell’edizione speciale Ercole Olivario, e inserita nella Premium List Oro verde dell’Umbria, concorso promosso dall’Unione Regionale delle Camere di Commercio dell’Umbria, in collaborazione con Regione, Parco Tecnologico Agroalimentare, Consorzio Tutela Olio Extravergine Dop ‘Umbria’, Coldiretti, ConfAgricoltura, CIA, Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio, Facoltà di Agraria (università Perugia), Centro Estero Umbria, Associazione ‘Strada dell’olio Extravergine d’oliva’ e Associazione ‘Città dell’Olio’, nonché delle stesse Camere di Commercio di Perugia e Terni.

‘Le Pietraie’ sarà dunque presente a Expo 2015 con il suo olio, unica a rappresentare l’Alto Tevere con uno dei prodotti da sempre tra i più tipici della terra umbra, assieme ad altre 14 aziende invece provenienti dalle terre tradizionalmente vocate del sud-Umbria.

foto: Pier Paolo Metelli

Post simili

Pubblicato da

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.