logo
logo

ENRICO RUGGIERI, QUI BRUXELLES 14 ANNI IN BELGIO CON L’ITALIA NEL CUORE

1 min.

Enrico Ruggieri, 40 anni, è originario di Città di Castello, una laurea in Economia e Legislazione d’Impresa all’Università Bocconi, esperienze in Kraft Foods International, consulenze in Fiat Auto, Whirlpool, Baxter adesso vive in Belgio da diversi anni, «prima ad Anversa ed ora a Bruxelles».

Cosa fai di preciso?
«Lavoro per Kone International sede di Bruxelles dal 2008, con un incarico esclusivo in progetto di delocalizzazione dei processi amministrativi delle varie business units verso sedi a minor costo. Mi occupo di organizzazione d’impresa in senso lato, dalla semplificazione dei processi all’armonizzazione del modus operandi dell’azienda. Fino al 2012 ho contribuito a creare e lanciare tre centri servizi (SSC) dislocati in Slovakia, India e Malesia.
Dal 2013 ad oggi mi sono occupato principalmente di business integration e qualità, guidando l’implementazione globale di una piattaforma di comunicazione e reportistica».

Quindi viaggi molto?
«Sì, frequentemente in Europa, Stati Uniti e Asia: nel 2011 quando abbiamo aperto il centro indiano di Chennai, sono stato in India 11 volte».

Soddisfazioni?
«Tante. Sono molto fiero del risultato ottenuto e della crescita professionale maturata, ma credo sia arrivato il momento di cambiare e passare se possibile ad un ruolo interno in azienda, preferibilmente italiana, pur conoscendo le complessità che questo comporta dopo tanti anni di lavoro agile all’estero».

Belgio: il maggior pregio?
«La facilità di procurarsi e gestire informazioni, avere accesso a servizi in maniera autonoma grazie a una burocrazia è più snella. Un altro vantaggio è la vicinanza geografica con molti paesi, lavorativamente parlando. Non mi piace invece la mancanza di contatto personale, rapporti umani tiepidi e spesso interessati, nutrono una comunità poco solidale e coesa».

Escludendo famiglia e amici, cosa ti manca dell’Italia?
«Per farla semplice, le 3 C: clima, cultura e cibo che poi si completano a vicenda».

Torneresti volentieri?
«Dopo 14 anni all’estero 7 dei quali vissuti con mia moglie Alessandra (e i figli Federico e solo 5 mesi fa Elena), si apre in effetti la possibilità di rientrare in Italia: ma il nostro Paese è grande! Andare dove ci porta il cuore, che sia l’Umbria o il Friuli, sta diventando un sogno ricorrente, in questo periodo della nostra vita». (info: linkedin.com/in/enricoruggieri)

Post simili

Pubblicato da

Redazione di the mag

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.