logo
logo

Eva contro Eva

1 min.

Dimenticatevi Eva Santucci in versione sweet sweet London. Dismessi per un attimo look soft, chignon e mele rosse ,The Mag ha ripensato questa bellezza offrendone una versione speciale, smontando e rimontando la sua immagine, come se fosse un gioco per gli occhi.

ph: Emanuele Vanni

Eva Santucci - the MagEva Santucci - the Mag Eva Santucci - the Mag Eva Santucci - the Mag Eva Santucci - the Mag Eva Santucci - the Mag

Un servizio tutto da vedere: abiti lunghi e atmosfere soffuse, realizzate in luoghi che hanno fatto per anni da cornice alle notti altotiberine.. Del resto l’anno nuovo per Eva si è aperto alla grandissima. È uscito nel canale youtube il suo primo video musicale, girato a Londra da Lorenzo Lombardi,  abbinato al singolo “Solo per me”. La canzone sarà inserita nell’album di debutto “Italian Beauty”, al quale Eva sta lavorando e che a sua volta verrà lanciato nei prossimi mesi. Una Londra romantica fa da sfondo al video. Un pezzo molto orecchiabile, che era già stato al centro dell’anteprima londinese. «È una fiaba moderna – dice la cantante – che racconta la caccia al tesoro di due innamorati nella fascinosa capitale inglese…» Nei giorni del set, Eva era a Londra in occasione dell’evento creato attorno a lei da Ruco Line, il brand che l’ha voluta come testimonial della riapertura dello store al centro della capitale inglese. Hanno collaborato Alberto Brizzi e Marco Capaccioni del Sound Studio Service dove il singolo è stato registrato, i musicisti Francesco Bruni, Lino De Rosa,  Antonello Migliosi, Pier Paolo Ermanno Ferroni e Stefano Stinchi (che è anche l’autore di musica e testi). Il look che ha lanciato Eva a Londra, molto sofisticato e elegante, è stato invece curato da Joseph Roveto, costumista di fama internazionale che ha lavorato per la Twentieth Century Fox e con alcune importanti star musicali. In collaborazione con SENS.US IGI Hair by Gagnoli Michele Traversini Make-up Sartoria Artigiana Cucciaioni Lo Scorpione MOKA comunicazione

Post simili

Pubblicato da

Redazione di the mag

Comments are closed.