logo
logo

Foligno elettronica: in arrivo le performance di Giulio Aldinucci e Lino Capra Vaccina. E sullo sfondo spunta il Dancity Festival

1 min.

Due appuntamenti e un festival sullo sfondo. Foligno si conferma piccola-grande capitale della musica elettronica di respiro internazionale e nel giro di pochi giorni confeziona due appuntamenti imperdibili per gli amanti del genere.

E non solo.

In lontananza, infatti, guardando verso le festività natalizie, si comincia a scorgere qualcosa circa l’edizione 2019 del Dancity Festival (ma questa è un’altra storia).

Ora però andiamo con ordine.

La “Foligno elettronica” piazza il primo colpo comincia domenica 27 ottobre allo Spazio Astra (dalle ore 19, con ingresso gratuito) con l’esibizione di Giulio Aldinucci, personaggio attivo da anni come compositore negli ambiti della sperimentazione musicale elettroacustica e della ricerca sul paesaggio sonoro.

Giulio Aldinucci

Ha realizzato sette album usciti per le etichette Karlrecords (D), 99chants (D), Home Normal (UK/J), Time Released Sound (USA), Dronarivm (RUS) e Nomadic Kids Republic (UK/J).

Ha inoltre composto cinque EP e sei album collaborativi con The Star Pillow, Ian Hawgood, Francis M. Gri, Francesco Giannico e Pleq pubblicati da Midira (D), Home Normal (UK/J), KrysaliSound (I), Dronarivm (RUS) e Eilean (F).

Il suo nuovo album, No Eye Has an Equal, è uscito per 99chants (D) a ottobre 2019.

Oltre alla partecipazione a lavori collettivi, ha composto musica per performance teatrali, video arte e cinema. Ha inoltre contribuito a numerose raccolte, tra le quali l’edizione speciale di The Wire Tapper che celebra l’edizione numero 50 con una selezione dal catalogo ventennale della serie e Sound at Work – Musica Elettronica e Mondo del Lavoro realizzata dal centro di ricerca musicale Tempo Reale. 

Lino Capra Vaccina

Venerdì primo novembre, alle ore 21 allo Spazio Zut, ALTOpiano & Re:play hanno organizzato un evento eccezionale: la performance di Lino Capra Vaccina, il maestro della psichedelia elettronica italiana che dopo essersi fatto conoscere con gli Aktuala, è stato protagonista di numerosi lavori sperimentali, oltre alla collaborazione con Franco Battiato

Compositore, percussionista, polistrumentista, come compositore pubblica nel 1978 l’album Antico Adagio, considerato una pietra miliare del Minimalismo Europeo, nel 2014 è stato ristampato dalla Label Die Schachtel insieme a un album di brani inediti dello stesso periodo “Frammenti da Antico Adagio”, seguito nel 2016 da un’altro album di inediti sempre dell’epoca “Echi Armonici”. Per alcuni anni suona come percussionista nell’Orchestra del Teatro alla Scala.Negli anni pubblica altri album, nel 2015 esce l’album ARCAICO ARMONICO, e nel 2017 METAFISICHE Del SUONO entrambi per la Label Dark Companion. 

Tiene Concerti e performance in Festival, teatri e Location in Italia e a l’Estero, Londra Café OTO, Bruxelles KRAAK Festival, Nantes(FR) Festival Variations, Milano Spazio O’, Berlino Roter Salon, Barcellona Nica, Firenze Sala Vanni e molti altri.

Serendipity.

Dopo un recente passato travagliato, un’altra buona notizia per l’elettronica folignate e umbra. Riapre infatti il 26 ottobre Serendipity, locale che in questi anni è diventato una sorta di tempio elettronico e punto di riferimento a livello nazionale.

Pubblicato da

Comments are closed.