logo
logo

Frankie hi nrg «Ecco perchè dico NO a EXPO»

FRANKIE HI NRG MC
3 min.

Era il 1997 quando in «Quelli che ben pensano» Frankie hi nrg mc cantava: «Gli ultimi saranno gli ultimi se i primi sono irraggiungibili» e adesso, 18 anni dopo, quella frase stigmatizza ancora in maniera piuttosto chiara il suo pensiero. La sua posizione critica nei confronti di Expo 2015 ha fatto il giro di giornali e televisioni: Frankie, J-Ax e Fedez hanno infiammato il dibattito dei talk show e fatto da controcanto all’entusiasmo dilagante nei confronti di questa manifestazione.

Frankie hi nrg portrait

Frankie hi nrg

Frankie hi nrg with glass

Frankie hi nrg

Frankie hi nrg piano americano

Frankie hi nrg

Frankie hi nrg seduto con telefono

Frankie hi nrg

Expo Milano 2015 – Nutrire il pianeta, energia per la vita: dovevi essere ambasciatore poi hai detto di no, quali le tue ragioni?

Frankie hi nrg : «Sono tante: dalle contaminazioni malavitose allo scarso rispetto per il lavoro delle persone fino a come è stata gestita la questione del reclutamento del personale all’interno di Expo, passando per la totale assenza di aree privilegiate dedicate alle porzioni più disagiate del mondo dove si combatte una lotta per il loro cibo, ma anche per il nostro. Perché quelli che coltivano manghi, noci di cocco e ananas si fanno il culo e in molti casi rischiano la vita e non vengono considerati, per loro non c’è posto; ma non ci sono neanche agevolazioni per enti pubblici e Regioni o diritto ad una rappresentanza anche solo per un periodo, riservato a quelli che non hanno dimensione e capacità economiche per pagarsi la permanenza».

Quindi è così: gli ultimi restano ultimi perché i primi sono irraggiungibili?
Frankie hi nrg :«Siamo in Italia, Expo viene fatta in Italia. Ce la meniamo tanto con le bellezze del territorio e alla fine del palo se paghi entri altrimenti stai fuori e mi sembra ingiusto in una rassegna che dovrebbe fornire un’occasione a tutti. Per tutti questi motivi io non ci ho voluto mettere la faccia».

Il ruolo ‘sociale’ e di opinione degli artisti nell’Italia di oggi qual è?
Frankie hi nrg :«Il mio ruolo sociale l’ho trovato nel ’90 e non l’ho più mollato! Direi che la funzione sociale dei personaggi pubblici si ha quando ottimizzano e sfruttano la notorietà nell’immaginario collettivo per esternare punti di vista personali, non per la propria condizione, ma per il miglioramento di quella sociale».

Da Città di Castello e dall’Umbria partiranno alla volta di Milano alcune piccole realtà e prodotti tipici ospiti di eventi collaterali: pensi che una vetrina come Expo possa aver creato occasioni importanti per gli artigiani del gusto?
Frankie hi nrg :«All’interno di Expo è concentrato il massimo dell’attenzione mediatica globale sul tema ‘cibo, alimentazione e derivati’, chiaramente un passino fuori da Expo sei un passino fuori dal centro assoluto dell’attenzione. Questo non toglie che, secondo me, è intelligente fare anche cose diverse e nonostante la pessima gestione, Expo in sé è un evento che con le collaterali può essere molto utile: auguro a tutte queste aziende di venir ripagate come immagino accadrà».

Nel 2002, durante il Festival delle Nazioni  hai tenuto una performance ai Musei Burri (ex Seccatoi): quest’anno si celebra il Centenario della nascita del grande maestro. Parteciperai a qualche iniziativa in suo onore e soprattutto cosa proporresti per valorizzare la sua arte?
Frankie hi nrg :«Non sono stato coinvolto in nessuna iniziativa né sinceramente ho pensato ad inventare qualcosa per celebrare il Centenario della sua nascita, anche se penso che Burri sia un grande artista. Mi auguro invece che tanta gente possa venire a Città di Castello in ogni luogo dove lui ha lasciato tracce. Dirò di più: sono sicuro che in un periodo storico di crisi sarà proprio la grandezza dell’arte a catalizzare l’attenzione del mondo sull’Italia e Città di Castello non perderà questo importante treno per il futuro».

Come sarà la tua estate?
Frankie hi nrg :«Non ho un tour estivo o, per meglio dire, non ho un tour di concerti. Quest’estate girerò con uno showcase, farò esibizioni in cui io e dj Pandaj trasformeremo musica proponendo anche un repertorio Swing anni 50. Come nella miglior tradizione di artisti e saltimbanchi quest’estate in pratica intratterrò il pubblico in tutte le maniere possibili».

Tuoi progetti futuri: musica, foto, televisione o cosa altro di bello?
Frankie hi nrg :«Ho progetti vari, sì in questo periodo mi sono riavvicinato molto alla fotografia: a settembre sarà negli Stato Uniti per alcuni progetti a New York dove ho intenzione di realizzare una mia mostra fotografica e altri progetti musicali e artistici che partiranno da lì per approdare in Italia».

Post simili

Pubblicato da

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.