Giorgione: “Niente tate! È estate! Sì al raviolo ripieno”

L’estate è tempo di mare, viaggi, scoperte. E così il nostro oste Giorgione stavolta ha deciso di farci viaggiare verso la Campania in compagnia dell’inimitabile mozzarella di bufala. In questa bellissima terra la fa da padrone la pasta fatta in casa e in particolare il raviolo.

A CURA DI ALESSIA MARIANI
Giorgione

Un piccolo miracolo della cucina da lavorare come meglio preferiamo.

Giorgione ci dà qualche spunto, delle indicazioni, ma poi preferisce lasciare scegliere: potete stenderla a mano e con il matterello, oppure con la “macchinetta”.

Però occhio, sulla “chiusura” del raviolo, Giorgione non fa sconti e non sente ragioni.

“La forchetta non la devi usare solo per mangiare sai? – ci dice col suo fare bonario ma perentorio -.

Una volta posto il ripieno dentro il raviolo, quel saggio strumento ti permetterà di chiudere alla perfezione, appoggiandolo delicatamente sul prezioso e delizioso impasto, il nostro caro e buonisissimissimo raviolo”.

E allora, senza che le tate ci guardino e con il favore di una fresca brezza estiva, ci mettiamo all’opera seguendo per bene la ricetta del super raviolo ripieno.

Dosi per l’impasto della pasta

(sì, è uno scioglilingua):

  • 8 uova
  • 1 kg di farina
  • Un po’ di semola di grano duro (per rendere l’impasto più compatto)
  • Lavorate l’impasto q.b

Create poi l’ovale dove potrete riporre il ripieno (i ravioli – e qui Giorgione ci lascia scegliere -, possono essere grandi o piccoli).

Pronti per il ripieno?

Cosa serve

  • Mozzarella di bufala
  • Pomodorini
  • Ricotta di bufala
  • Sale grosso
  • Noce moscata

Tutto da amalgamare rigorosamente con le mani, dopo aver asciugato e tritato finemente la mozzarella di bufala.

E vai con il soffritto!

  • Olio evo
  • Cipolla
  • Pomodorini pachini o datterini
  • Sale
  • Pepe

Comincia la festa

Mentre mettete a bollire l’acqua, preparate una padella dove ammansirete e non rosolerete la cipolla e subito dopo ci adagierete i pomodorini tagliati a metà e posti a testa in giù. Pepate e salate! Appena l’acqua bolle, fate cuocere i ravioli che tirerete su con il mestolo e appoggerete nella padella.

Il gran finale

  • Basilico
  • Ricotta salata

Una volta cotti e ripassati in padella, i vostri splendidi ravioli potranno essere serviti con una graziosa fogliolina di basilico e una spruzzata di ricotta salata grattugiata sopra.

E come al solito:

BUON APPETITO LAIDI E CORROTTI!

Published by

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.