logo
logo

Guardare oltre

Ritratto di Crsitina Crisci in un interno casa
1 Min. - tempo di lettura

Sotto il cielo di questo inizio d’autunno che dalle nostre parti si tinge d’azzurro, guardiamo oltre i confini del tempo e delle distanze per scoprire e riscoprire Nuvolo, artista di Città di Castello. Scomparso nel 2008, ha lasciato un archivio ricchissimo di opere, realizzate con uno stile di pura avanguardia che nulla ha da invidiare ai massimi sperimentatori attuali.

Una ventina di sue opere sono esposte fino a gennaio a New York, nella galleria Di Donna – fondata da Emmanuel di Donna, ex vicepresidente Impressionist e modern Art internazionale di Sotheby’s – vicino a quadri di altri grandi artisti del suo tempo tra i quali anche Alberto Burri.

È il curioso caso di Nuvolo, nome ereditato negli anni da partigiano quando appariva e scompariva tra le colline, fugace come la libertà. Adesso per esempio ricompare oltre le distanze geografiche nello spazio che l’arte disegna qui e altrove. Un piccolo orgoglio umbro, forse un astro nascente, di certo una storia che splende, nell’annottarsi generale di tante cose. In questo numero di The Mag, il 30, cogliamo l’ennesima scia di luce e la seguiamo laddove si fa Diagramma, o Genesi fino ai Caleidoscopi che hanno aperto, prima del tempo, uno sguardo sul mondo virtuale e l’uso dei computer, tracciando una zona di sensibilità poetica unica.

Insieme alla storia di Nuvolo raccontiamo poi la Mostra del Fumetto che con Batman ridisegna in questi giorni Città di Castello; le geometrie colorate di Fabio Mariacci che ci ha aperto le porte del suo studio; il Festival delle Nazioni che ha vestito l’estate di musica; ma anche un inedito incontro sotto il sole della provincia tra Miss Umbria Monica e il modello Massimo. Tra quelli che non mollano mai Valeria Ciangottini, attrice che fu cara a Fellini e che adesso ha vinto un premio cinematografico internazionale e, da Assisi, Niccolo Fabi passato per il River Rock Festival, in un concerto sospeso tra musica e poesia, ricordandoci che  «…per ogni cosa c’è un posto, quello della meraviglia è solo un po’ più nascosto».

Buona lettura

Post simili

Pubblicato da

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.