logo
logo

Guido Catalano – UN POETA DA PALCO

guido catalano braccio alzato
2 min.

Guido Catalano ha un ego smisurato. Guido Catalano è un poeta che riesce a toccare le ventimila copie vendute, che gira l’Italia riempiendo i teatri, che scrive programmi per radio e tv e fra poco vedrà uscire il suo primo romanzo per Rizzoli.

di Lorenza Mangioni

Deve avere i suoi buoni motivi, l’ego di Guido Catalano. Lo chiamo una mattina per fargli qualche domanda, per sapere da dove arriva tutta questa poesia e cosa ha intenzione di farsene: mi risponde una voce scanzonata e quel tipo di persona che sai quando comincerà a parlare ma non hai idea di dove andrà a finire. «Sono Guido e volevo fare la rock star ma c’erano più posti liberi nella categoria di poeta professionista. Non so se la poesia potrà salvare il mondo ma lo può davvero migliorare insieme alla musica e all’ironia».

Victor Hugo diceva che «è dall’ironia che comincia la libertà» e l’universo di Catalano sembra davvero il luogo dove non esistono regole, tantomeno quelle che vedono la figura del poeta relegata al polveroso status di triste e sfortunato personaggio. In questa storia la tristezza ha spazi limitati dai dialoghi veloci, dalla cadenza sincopata, dai «versi iperliberi» come li definisce lui, che parlando della sua opera chiama e richiama la musica: «la poesia è un testo che ha una sua musica, un suo ritmo, una canzone senza musica. Quindi le mie sono canzoni senza musica»; ma soprattutto sono un universo poetico dove si ride. Molto. Forse non per tutti, e forse non per i motivi giusti, ma la chiave con cui Guido Catalano ha scelto di portare i lettori nel suo territorio è l’ironia; a momenti si tratta di vera e propria comicità, un leggero intento di dissacrare e polverizzare l’amore, le donne e gli uomini, le attese, Torino, la pioggia, spesso i corpi e la morte.

guido catalano bianco nero

Guido Catalano al cinema Postmodernissimo di Perugia. Foto Eros Pacini

Da tempo porta in giro il “Grand tour” con cui riesce a realizzare un sold out dietro l’altro: è successo anche a Perugia al cinema PostModernissimo. Sala gremita, pubblico eterogeneo, tante, tante donne che amano come Catalano parla d’amore e lui che legge poesie con tempi comici perfetti. E la gente ride, moltissimo. Gli chiedo perché. Perché esiste il fenomeno Catalano, se davvero è possibile piacere a tutti: «Per fortuna no, non piaccio a tutti, altrimenti sarei un mostro. Piacciono molto le cose che scrivo, le persone credo ci si rivedano… in effetti sono un’eccezione, cosa che manda in bestia gli addetti ai lavori, ma a me piace moltissimo».

Provocatore lo è di sicuro, altrimenti non si prederebbe la briga di definirsi «invidioso» e alla domanda di chi, rispondere serenamente «di nessuno che sia vivo in letteratura. Invidio solo i musicisti». Chissà se Catalano è davvero così bravo o un po’ “paraculo” (come gli ho gentilmente suggerito), di sicuro ha fegato, ha il coraggio di chi non vuole accodarsi né tantomeno giustificarsi per qualcosa che è del tutto naturale, come comporre versi, e di cui dice «non potrei mai fare a meno».

La sua missione mi confessa è arrivare a fare reading «dalle cinquemila persone in su, di riempire teatri immensi, toccare molte donne, scrivere la poesia più bella del mondo». Non so se ci riuscirà, ma so che le persone al buio della sala l’altra sera lo applaudivano non solo con le mani, ma con gli occhi e il cuore e non avrebbero mai voluto smettesse di leggere le sue storie fuggevoli e lunari, di raccontare l’erotismo, di essere irriverente, di farli ridere, davvero, e tirarli nel tranello della poesia; qualcosa che forse per troppo tempo è stato considerato elitario ma che stasera ha trovato una dimensione più umana e vera.

Di certo l’ego di Catalano avrà il suo bel da fare. Di certo la poesia non è morta.

Per saperne di più su Guido Catalano, consulta il sito o la pagina facebook.

Alcune immagini dello spettacolo-reading che Catalano ha tenuto al Postmodernissimo di Perugia. Le foto sono state scattate da Eros Pacini.

gudio catalano libro microfono

guido catalano faccia coperta

guido catalano macchina da scrivere

Post simili

Pubblicato da

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.