Il Cinema Metropolis si rifà il look e annuncia una super programmazione: film, concerti e festival

Il cinema è ripartito, il cinema che ci piace è ripartito alla grande. Tempo di restyling al Cinema Metropolis di Umbertide, con il rinnovo della la platea con delle nuove comodissime poltroncine, un modo per migliorare l’offerta rendendo l’esperienza del cinema sempre più speciale e insostituibile. Non solo.
La programmazione.
Da questa settimana diversi i film in programmazione; THE LAST DUEL di RIDLEY SCOTT, ambientato nel XIV secolo, durante la Guerra dei cent’anni con un grande cast; LA SCUOLA CATTOLICA per la regia di Stefano Mordini che narra uno dei più efferati crimini della cronaca nera italiana: il Massacro del Circeo, avvenuto la notte tra il 29 e 30 settembre 1975; in sala Rometti arriva TITANE della regista JULIA DUCOURNAU, film vincitore della Palma d’Oro all’ultimo Festival di Cannes.

Inoltre nei prossimi giorni sono previsti alcuni eventi molto interessanti: il primo, stasera, è un concerto con un ospite d’eccezione: CHRIS BROKAW da New York: tra i musicisti più attivi e dotati della sua generazione, Chris Brokaw fa il suo esordio ufficiale nel circuito rock underground di New York alla guida dei Codeine e continua poi da solista lavorando al fianco di personaggi del calibro di Steve Wynn, Evan Dando (Lemonheads), Thurston Moore (Sonic Youth), Stephen O’Malley e Clint Conley e partecipa attivamente ai progetti dei Willard Grant Conspiracy, dei Pullman e dei New Year. Ad aprire gli  umbertidesi Teleterna (usciti con un vinile qualche mese fa per To Lose La Track).

Lunedì 1 novembre si terrà invece la sesta edizione di Umbertidead, il festival del cinema horror giunto alla 6° edizione con la presentazione del libro “Stephen King: Dal libro allo schermo” di Giacomo Calzoni dalle ore 16.30 e a seguire un film a sorpresa del maestro del brivido. Alle 21.00 la contrabbassista romana Caterina Palazzi “Zaleska” sonorizza il capolavoro del cinema muto “Nosferatu il vampiro”, film del 1922 diretto da Friedrich Wilhelm Murnau, uno dei capisaldi del cinema horror ed espressionista. La scelta del contrabbasso crea una colonna sonora ancora più dark e tetra dell’originale, un’orchestra di bassi.

Published by

Andrea Luccioli

puoi seguire Andrea anche su: Facebook - Instagram - Linkedin

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.