Il talento stupefacente di Simone Bianchi, il supereroe dei disegnatori Marvel Italia

Simone Bianchi a Città di Castello: una full immersion sulle opere del disegnatore che ha portato a Palazzo Vitelli un’opera speciale, il rifacimento dello “Sposalizio della Vergine” di Raffaello. Vincenzo Mollica:
“Bianchi è un gigante dell’arte”

L’edizione 2020 di Tiferno Comics è nel segno supereroi, anzi di un supereroe.

Parliamo di Simone Bianchi, il disegnatore di punta della Marvel Italia cui è stata dedicata la rassegna di quest’anno organizzata dagli “Amici del Fumetto” di Città di Castello, capitananti dal presidente Gianfranco Bellini.

Un gran bel modo di festeggiare la maggiore età dell’evento che per i 18 anni si è regalata l’amazing talent di Bianchi.

Tiferno Comics, inaugurata nei giorni scorsi, andrà avanti fino al 25 ottobre nella splendida cornice di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio a Città di Castello (PG) e, grazie alle intuizioni, alla professionalità e alla dedizione del direttore artistico Vincenzo Mollica e del curatore Riccardo Corbò, avrà come intento quello di celebrare il sorprendente talento di questo straordinario illustratore apprezzato in tutto il mondo con oltre 200 opere dedicate ai più grandi supereroi internazionali.

TIFERNO COMICS

Tiferno Comics festeggia dunque la sua maggiore età esibendo l’eccezionale livello creativo di un artista destinato ormai ad essere incluso nel novero dei grandissimi, la cui evoluzione artistica ha finito per orientarlo professionalmente verso l’universo dei supereroi delineandolo come uno dei nomi che hanno fatto la storia dell’illustrazione fantasy.

Ecco quindi che la mostra di Città di Castello si presenta come una stupefacente full immersion nella sua arte: oltre ad altre opere che Simone ha fatto espressamente per la mostra, c’è un suo rifacimento dello Sposalizio della Vergine di Raffaello, naturalmente con protagonisti i suoi supereroi.

Ma soprattutto c’è la qualità delle opere da lui create ormai da anni per il proprio mondo professionale e che risultano con tutta evidenza di alto livello artistico già per contro proprio: quelle che si possono ammirare nelle prime sale di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, dove una è dedicata a Spiderman, una agli Avengers e un’altra a Thor.

Nelle successive sale troviamo i Mutanti e Wolverine e poi i Marvel Heroes e i Villains.

In altre sale, sotto la sigla di Visioni parallele, sono esposte opere di Batman e Joker; e poi Guerre Stellari, alcune commissioni Bonelli, Conan e Sharkey the Bounty.

Una ricchezza di materiali che finora non era mai stata oggetto di un’unica esposizione dell’artista: il più eclettico fra i nostri giovani talenti che si sono dedicati ai comics americani.

E tutta questa meraviglia sarà raccolta, come la tradizione di Tiferno Comics vuole, in un ricco catalogo.

“Non mi sarei mai immaginato di poter allestire una mostra di questa portata, sia per la bellezza del luogo che le farà da cornice, sia per la mole di lavoro che vi è dietro la sua organizzazione

– ha dichiarato Simone Bianchi – In esclusiva per Tiferno Comics ho pensato anche di creare 4/5 opere inedite che la riguardano; in primis una versione de “Lo Sposalizio della Vergine” reinterpretato a mio modo con i “miei” supereroi.

Un lavoro lungo e complesso che spero possa sorprendere me e il pubblico.

Sono veramente contento e onorato di poter esporre le mie opere in questa città, perché già ne sono rimasto affascinato”.

VINCENZO MOLLICA

“Simone Bianchi ha la pittura nel sangue.
Vive di pittura, si nutre di pittura – afferma Vincenzo Mollica. – “Ha uno sguardo limpido che trasforma in pittura tutto quello che vede e immagina.
La sua mente è fonte di classicità, ogni suo gesto diventa pittorico anche quando è immobile.
Simone Bianchi è un gigante dell’arte e il suo meraviglioso talento non ha mai posto confini tra pittura e fumetto, come è giusto che sia.
La bellezza non fa mai i conti con le barriere ideologiche imbecilli, ma solo con il canto permanente delle emozioni”.

www.tifernocomics.com

Published by

Redazione di the mag

Rispondi