logo
logo

In primavera adotta un albero da frutto

0 Min. - tempo di lettura

ciliegi-in-fioreCon l’arrivo della primavera il FAI (Fondo Ambiente Italiano) propone due giornate per visitare luoghi che altrimenti sarebbero chiusi al pubblico. Si tratta di destinazioni d’arte e di aree naturalistiche o paesaggistiche. Nei giorni del 23 e il 24 Marzo si può approfittare dell’occasione per scoprire questi posti elencati nel sito dedicato.

In Alta Valle del Tevere è da segnalare il Podere di San Lorenzo nel Comune di Città di Castello che sarà aperto ai visitatori nei pomeriggi di sabato e domenica. Si tratta della sede di Archeologia Arborea , una collezione e un vivaio nati grazie alla lungimiranza di Livio e Isabella Della Ragione.

Padre e figlia si sono dedicati per trent’anni con tanto lavoro a recuperare e preservare specie di alberi da frutto che andavano via via scomparendo sia dall’umbria che dalla Toscana o dall’Emilia Romagna. Hanno salvato concretamente le piante, mantenendo le tradizioni, gli usi popolari, le tecniche di coltivazione e la storia alimentare dei prodotti. A oggi il vivaio dell’azienda agricola di San Lorenzo a Lerchi conta 450 piante di cento specie diverse a salvaguardia di una biodiversità che sarebbe andata altrimenti perduta.

E il progetto è in procinto di diventare una Fondazione. Grazie alle giornate del FAI potete andare a visitare il vivaio, scoprire quante specie di mele o altra frutta esiste in questo territorio e magari, perché no, adottare un albero.

 

Post simili

Pubblicato da

Redazione di the mag

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.