logo
logo

Kilowatt a Sansepolcro – “LA MIGLIORE EDIZIONE DI SEMPRE”

1 min.

Un interesse crescente, un pubblico sempre più preparato e affezionato, un entusiasmo e un brulichio culturale percepibile a vista d’occhio. Così è stata la quattordicesima edizione di Kilowatt Festival “È tempo di risplendere”, conclusasi sabato 23 luglio dopo aver presentato un ricchissimo programma di teatro, danza, musica, fotografia, incontri, convegni. Per nove giorni Sansepolcro è stata di nuovo un punto di riferimento nel panorama teatrale nazionale e internazionale.

Dalla “spiaggia” di Piazza Torre di Berta (dov’era possibile affittare delle sdraio) al Parcheggio San Puccio, passando per il Teatro della Misericordia e Palazzo delle Laudi, sono stati 163 gli artisti tra i più significativi della scena contemporanea  – tra cui la Mariangela Gualtieri, Piergiorgio Odifreddi, i Tiromancino, Fabrizio Falco, Daniele Bartolini, Michael De Cock, Alice Spisa, Povilas Makauskas, Giovanni Leonarduzzi, Caroline Baglioni solo per citarne alcuni –  che hanno dato vita a un cartellone di 59 repliche e 46 differenti spettacoli, 163 artisti e 53 tecnici presenti a Sansepolcro.

Ma se è vero che il termometro del successo lo si vede dal pubblico, ecco che qui Kilowatt ha fatto davvero la differenza con 4.000 spettatori paganti e oltre 2.000 presenze ai 16 eventi collaterali gratuiti; un panorama generale che ha reso Sansepolcro uno dei centri teatrali e culturali più rilevanti, attivi e partecipati di questa estate. Dal punto di vista del lavorativo poi, 28 persone del territorio sono state regolarmente retribuite per il loro impiego, mentre 36 sono stati i volontari che hanno prestato il loro contributo per la buona riuscita del festival.

Per tutto questo e non solo, il direttore artistico Luca Ricci ha definito quella del 2016 «la migliore edizione del festival di sempre sia per il numero e la qualità degli spettacoli sia per il rapporto di simpatia che il festival ha creato con la città»;  Ricci ha voluto ringraziare in maniera speciale artisti e spettatori per aver costruito con gli organizzatori un evento davvero memorabile, guardando però già avanti, al prossimo anno: «insieme, con generosità reciproca, abbiamo donato alla città di Sansepolcro uno straordinario patrimonio di vitalità e bellezza».

Post simili

Pubblicato da

Redazione di the mag

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.