La Borsa delle Donne – L’amore e le altre stanze del castello

L’Amore è l’obbiettivo principe di ogni donna. Tutto nella nostra vita gira intorno all’Amore e alla ricerca di esso fin da quando siamo bambine. C’è posto per poco altro, figuriamoci per le cose delle quali riteniamo di non doverci occupare.

di Emanuela Splendorini
Emanuela Splendorini

Personalmente non mi è mai importato molto del denaro, non perché ne avessi così tanto da non dovermene preoccupare, quanto perché non era la mia priorità.

La mia priorità era l’Amore. Quello è stato il perno della mia vita.

Guardandomi indietro però mi sono resa conto di aver fatto un errore, non perché l’Amore non meriti tempo, dedizione, cura e sacrificio, ma perché l’Amore da solo non basta, non ti nutre, non ti paga le bollette e non ti fa pagare l’affitto o il mutuo e non corre in tuo aiuto quando la vita ti gira le spalle o di mette di fronte a sfide nelle quali quello che sembrava l’amore è stato l’origine di tutto e ti fa pagare il prezzo più alto.

L’Amore e la ricerca di esso nutre una parte fondamentale e imprescindibile del nostro essere Donne, fa parte della nostra natura ma non può e non deve essere ciò su cui basiamo tutta la nostra vita.

Non vorrei essere fraintesa

Non vorrei essere fraintesa, l’Amore e il nutrimento di esso devono continuare ad essere le stanze più belle del nostro castello, ma dobbiamo essere consapevoli che c’è dell’altro che ci appartiene comunque.

Il nostro castello contiene molte stanze che non ci siamo mai date il permesso di aprire, figuriamoci di vivere.

L’AMORE E LA RICERCA DI ESSO NUTRE UNA PARTE FONDAMENTALE E IMPRESCINDIBILE DEL NOSTRO ESSERE DONNE

Emanuela Splendorini – La Borsa delle Donne

Talvolta il diniego è arrivato chiaro dall’esterno, ma la maggior parte delle volte siamo state solo noi stesse a non voler varcare la soglia di quelle stanze.

Il nostro rapporto con il denaro è una di quelle stanze perché fa parte della struttura del nostro castello.

Voler trovare quella stanza e prenderne possesso, significa solo ritrovare una parte importante del nostro essere.

In quella stanza, non ci sono draghi da combattere… perché arrivati davanti alla sua porta, tutto quello che c’era da sconfiggere è già stato sconfitto.

Mi sono tatuata la scritta “Amor Vincit Omnia” poco dopo la mia separazione, in un momento nel quale di Amore nella mia vita ce n’era veramente poco…

Ho cercato l’Amore, ho combattuto per l’Amore.

L’Amore è la parte più bella e imponente del mio castello, ma ho compreso che si nutre anche dell’intima consapevolezza e del dominio di tutto ciò che mi appartiene, di ogni stanza che mi appartiene.

 

Published by

Emanuela Splendorini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.