La lunga strada per diventare (forse) adulti nelle “Vie di Fuga”, il nuovo libro di Lucrezia Sarnari

Quali sono le vie di fuga dal quotidiano o dal vostro “pantano” personale?

Cosa fareste se per un paio di giorni un down nei sistemi di comunicazione digitali vi azzerasse qualsiasi possibilità di comunicare con amici, parenti, amori e amanti?

E ancora. Siete sicuri di essere sinceri con voi stessi e con le persone cui volete bene?

Ok, lo sappiamo, rispondere non è facile. Però possiamo dare uno sguardo a quello che combinano Giulia, le sue amiche, i suoi amori e i suoi studenti nel secondo romanzo di Lucrezia Sarnari “Vie di fuga”, edito per i tipi di Rizzoli e che affronta tutte le questioni scritte poc’anzi e molto altro ancora.

Un intreccio di storie che fotografano una realtà che appartiene un po’ a tutti, soprattutto alla generazione dei 30/40enni che in questo libro ritroverà tantissimo del proprio essere, disagi e speranze disattese incluse.

Scritto in maniera schietta e coinvolgente, con una trama che si diverte a sorprenderci con flashback e qualche twist finale, “Vie di fuga” rappresenta un’altra bella prova per la penna della Sarnari reduce dal successo di “Dieci cose che avevo dimenticato”.

In “Vie di fuga” troverete tanti personaggi che imparerete ad amare e anche un po’ a odiare, ma senza giudizi morali o assoluzioni: ognuno dei protagonisti farà i conti con sé stesso uscendo diverso, forse adulto. Forse.

Volete saperne di più e scambiare due chiacchiere con l’autrice?

Il nostro direttore Andrea Luccioli l’ha intervistata a Perugia e Foligno nei giorni scorsi.

VIE DI FUGA / IL LIBRO

Vie di fuga

Published by

Redazione di the mag

Rispondi