La riscoperta del gin? È bastato distillare il Mediterraneo

cDurante il forum internazionale Food Exp a Lecce siamo andati alla scoperta di Gin Mare, la bottiglia che in questi anni ha rilanciato il distillato e le sue ricette nella mixology – a cominciare dal Gin Tonic – dopo anni di “soli” Mojito e Moscow Mule

di Andrea Luccioli

Si può distillare il Mediterraneo? La risposta è sì. Lo abbiamo scoperto a Lecce, durante uno degli appuntamenti di Food Exp, il forum internazionale dell’enogastronomia e dell’ospitalità alberghiera che si è svolto nell’eccezionale location del Chiostro dei Domenicani. In quell’occasione, tra panel, incontri e degustazioni, ci siamo imbattuti in uno dei casi commerciali degli ultimi anni, il Gin Mare. Marchio che più di altri ha rilanciato questo distillato nell’olimpo della mixology contemporanea, riportando in auge drink classici ma un po’ appannati come il Gin Tonic. Con buona pace degli amanti dei bevutissimi mojito e moscow mule.

Ma torniamo al Mediterraneo. La terza generazione di produttori di gin spagnoli dietro Gin Mare (il nome può sembrare italiano ma…) ha scelto il “nostro” mare e il suo gusto – gli inglesi hanno una parola più adatta e “larga”, ovvero taste – per creare un gin inconfondibile e che ha segnato in questi anni la riscoperta di un prodotto che ultimante veniva utilizzato soprattutto come ingrediente per i cocktails più che come protagonista del tumbler. In Spagna il fenomeno Gin Mare è esploso qualche anno fa, da noi è arrivato subito dopo e ha creato un’onda lunga fatta di distillerie e microdistillerie che sono nate per creare gin nuovi, legati a esperienze e territori diversissimi. Un po’ come è successo per le birre crafted e i microbirrifici artigianali. In tutto questo Mare è rimasto l’ambasciatore del gin e continua a dettare la linea, anche con nuovi linee speciali (Capri).

Il perché di questo successo è una combinazione di gusto, emozioni e qualità di un prodotto che ha alle spalle una solida base storica e artigianale. Ogni bottiglia di Gin Mare, infatti, è prodotta in una distilleria, una cappella del XVIII secolo situata in un antico villaggio di pescatori tra la Costa Brava e la Costa Dorada. Gin Mare viene realizzato in un alambicco fiorentino di 250 litri al cui interno vengono distillate delle botaniche selezionate, agrumi preparati manualmente e un master blend che è diventato un marchio di fabbrica. In Mare tutto è naturale. Le botaniche con cui viene realizzato sono il frutto di una selezione per esclusione tra 45 erbe che – dieci anni fa – sono state provate e dosate prima di arrivare alla ricetta definitiva. Una ricetta che, appunto rappresenta tutto il Mediterrano, visto che il set botanico scelto in ultimo abbraccia Spagna, Italia, Turchia e Grecia. Il Mare, infatti, è un gin a base di Olive Arbequina della Spagna, basilico italiano, timo turco e rosmarino greco.

 

Alla base del prodotto, come detto all’inizio, la volontà di distillare il Mediterraneo in una bottiglia e metterci dentro tutto quello che rappresenta questa porzione di mondo: stile di vita, gastronomia, buon bere, lifestyle. Il concetto universale di “Mare Nostrum”, infatti, si riferisce alle comunità che vivono intorno a questo mare magico, legate insieme dal loro amore per il buon cibo, il loro clima meraviglioso e il loro stile di vita unico, dove il tempo scorre in modo diverso dal resto del mondo. Gin Mare è stato pensato per farci immaginare un momento al tramonto, per un’accoppiata vincente con l’alta gastronomia, per attimi di conversazione tra amici.

E ora si va a Capri, gli agrumi isolani per una special edition

La nuova release Gin Mare Capri è la bottiglia messa in commercio quest’anno e dedicata all’iconica isola mediterranea. La bottiglia speciale “Capri” arriva per celebrare i 10 anni di vita di Gin Mare Capri sostenendo la riqualificazione di un giardino mediterraneo presente sull’isola caprese. Questa special edition, ispirata ai sapori, ai colori, alle essenze e ai maestosi paesaggi dell’iconica isola, conferma un sodalizio importante con la perla del Mediterraneo per eccellenza. In aggiunta alle botaniche classiche di Gin Mare quali Oliva Arbequina, basilico italiano, timo turco, rosmarino greco, coriandolo, ginepro, cardamomo, nel suo cuore, si aggiungono in distillazione due ingredienti premium, i sapori autentici ed emblematici degli agrumi, quali limoni e i bergamotti, esaltandone il gusto. Un nuovo carattere, un prodotto che tenta da sempre di unificare in un sorso tutta la semplicità e la ricchezza dell’animo marino, proiettando una visione profondamente mediterranea dal sentore di salsedine e dallo slanciato profumo della macchia mediterranea. Un omaggio alla cultura e alla bellezza della tradizione italiana.

Published by

Andrea Luccioli

puoi seguire Andrea anche su: Facebook - Instagram - Linkedin

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.