Le adorabili lezioni di esistenzialismo pessimista di Maicol&Mirco

Appena uscito per BAO il quarto volume degli “Scarabocchi” che impazzano su Facebook e Instagram: “Non solo il futuro è scritto, ma è pure scritto male”

di Redazione
MAICOL&MIRCO
MAICOL&MIRCO

Gli Scarabocchi di Maicol&Mirco sono la meravigliosa evidenza di quel genio di Grottammare che risponde al nome di Michael Rocchetti. Che poi è sia Maicol che Mirco, ma questa è un’altra storia. Sì, parliamo di uno dei più grandi e divertenti fenomeni nati da una matita reale ed esplosi letteralmente sul web con decine di migliaia di follower su Facebook e Instagram.

Vi sarà capitato di avvistare le strisce di M&M chissà quante volte: sfondo rosso, personaggi tracciati in nero con uno stile minimale e riconoscibilissimo, battute fulminanti che illuminano anche i tempi più bui. Lampi dissacranti, immediati e profondi che potremmo definire indispensabili per la sopravvivenza quotidiana. Bene, dopo tre volumi già editi, ovvero “Argh”, “Sob” e “Bah”, adesso arriva tra le nostre mani “Crack”, quarto volume dell’Opera Omnia de “Gli Scarabocchi di Maicol & Mirco” (192 pagine, inchiostri neri su carta rossa, 14 euro pubblicato da BAO). Un libro che va ad allargare la visione di un mondo “sfasciato” e da figure informi, disilluse, sofferenti e pessimiste. Nuove vignette che sono come sentenze, questo ci regala “Argh”: “Conoscessimo la vita come conosciamo la morte saremmo tranquilli”, “Non solo il futuro è scritto, ma è pure scritto male”, “Mio figlio sta male”, – “Mi spiace, ma c’è di peggio, – “Sì, hai ragione: potevo stare male io”), giusto per farvi capire il tenore drammaticamente socratico, sarcastico e pungente che ha faccio breccia in migliaia di esistenze digitali e non. Nell’introduzione c’è un testo di Silvia Ballestra li descrive così: “Ogni battuta una lezione. Dura. Lucida.

Maicol&Mirco fa apparire, per magia: parole, morte, dolore, lavoro, arte, poesia, dio che, molto nominato, senza di noi ovviamente non c’è. E quindi li fa scomparire, nel lampo che di spegne dopo aver illuminato il suo rosso. E noi restiamo incantati, schiantati, con la risata che ghiaccia e scricchiola, o con l’amore che ancora chiede, crepita, si spezza. Crack. Fine”. Favoloso l’esergo: “Questo libro non contiene bestemmie o atti di violenza ma solo rappresentazioni messe in pratica non dagli autori-creatori ma dai loro personaggi, i quali godono di libero arbitrio. In caso voleste condannarli e incarcerarli, avvertiteci pure. Vi disegneremo una galera ad hoc. Firmato Maicol & Mirco”. Buon divertimento.

INFO

maicolemirco.blogspot.com
facebook/GliScarabocchiDiMaicolmirco
instagram/maicolemirco

Published by

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.