Le Favole di Franchino e la magia di una serata indimenticabile: la gallery

A poco meno di una settimana di distanza dalla conclusione dell’evento “Franchino: un mondo pieno di favole e magia” si respira ancora un’atmosfera incantata. Quello che è avvenuto la sera del 23 giugno presso i giardini Caselli Moretti di Perugia può essere descritto con un’unica parola: magico. Circa 50 bambini, accompagnati dai genitori, sono accorsi per ascoltare Franchino, affiancato dalla performance dei Giullari del Diavolo. Seduti davanti alla consolle, rapiti dai racconti del vocalist, hanno viaggiato attraverso mondi fantastici, ascoltando la storia di Pollicino e poi storie intrise di vita vera, in cui la favola si riappropria della sua funzione originaria: trasfigurare verità morali in simboli per favorirne la comprensione da parte di un pubblico giovane. E sulle note di musica elettronica, seguendo la voce di Franchino, siamo tornati tutti un po’ bambini. E poi è successo. È scesa la notte sui giardini. Fasci di luce hanno illuminato la fontana. Nubi di fumo intorno alla consolle. E i bambini non hanno più resistito. Sono corsi da Franchino e lo hanno circondato iniziando ad interagire direttamente con lui, riconoscendolo come loro guida, come un Peter Pan al comando dei bimbi sperduti. Al grido di “Genitori e non, noi stiamo con Franchino!” tutte le persone presenti si sono commosse, compreso lui, il narratore di favole che più di tutti ha incantato l’Italia.  

Questa è la mia quarta generazione di ascoltatori” ha dichiarato il vocalist che non ha resistito e ha coinvolto i bambini lasciandoli liberi di interagire con la consolle sprigionando la loro fantasia. E tutte le persone presenti in quella piazza, bambini e bambini cresciuti, quella notte hanno provato un’emozione che credevano sopita, un sentimento istintivo lontano nel tempo: la meraviglia.

L’evento “Franchino: un mondo pieno di favole e magia” rientra nel progetto Teatro Sant’Ercolano di Edicola 518, promosso dalla Regione Umbria nell’ambito del “Bando Imprese Culturali e Creative – POR FESR 2014-2020”.

 

Published by

Andrea Luccioli

puoi seguire Andrea anche su: Facebook - Instagram - Linkedin

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.