Le fioriture dorate (Buon compleanno The Mag)

Nei momenti di crisi, la filosofia diventa urgenza.

E il fine della filosofia, ricordiamolo, è quello di essere un ponte da attraversare e non una casa da abitare. Lo spiegò la filosofa Simone Weil, che scrisse:

“I ponti dei Greci. Li abbiamo ereditati. Ma non ne conosciamo l’uso. Abbiamo pensato che fossero fatti per costruirci case. Vi abbiamo elevato grattacieli ai quali aggiungiamo continuamente piani. Non sappiamo che sono ponti, cose fatti per passarci, e che per essi si va a Dio”.

La prima frase di questo editoriale è di Maura Gancitano di Tlon, la scuola di filosofia digitale (e non solo). L’abbiamo intervistata in questo numero “dorato”, il cinquantesimo di The Mag. La coppia con la frase di Weil è naturale, perché la stessa la troviamo proprio nel libro “Prendila con filosofia” che Gancitano e Andrea Colamedici (l’altra metà di Tlon), hanno scritto e pubblicato a gennaio, in piena pandemia. Un “manuale di fioritura personale” perché proprio di fiorire abbiamo bisogno in questi mesi durissimi.

Filosofia vuol dire Amore per la Luce. Niente di più necessario, in questo tempo malandato e cupo. Un percorso accidentato che ha bisogno di una buona bussola. E questo pensiero va sottolineato proprio adesso che, tra le riaperture e l’estate che incombe, rischiamo di perdere di vista l’obiettivo per cui abbiamo tanto lottato: proteggerci da questo virus invisibile che ci ha cambiato la vita. Ma è un pensiero che riguarda anche il nostro intimo, perché quando torneremo a essere un po’ più liberi, dovremmo anche essere pronti a ritrovarci. Umani tra esseri umani.

Lo dico perché i ragazzi di Tlon, dal loro osservatorio privilegiato, hanno visto come, in questo anno e mezzo di Covid, gli spazi interpersonali siano stati occupati da frustrazione, cinismo e incapacità di guardare il futuro. Difese e reazioni di una società stagnante. Che “langue”, come ha detto il New York Times, vedendo nel verbo “To Languish” il nome da dare al sentimento dominante.

Tanti motivi per cui abbiamo un grande bisogno di fiorire.
Come persone, come comunità.
Proviamoci.

Anche per The Mag è un momento di fioritura. Nonostante le difficoltà, siamo sempre riusciti a darvi in mano una rivista cartacea fatta con passione, e non era scontato.
Ora possiamo festeggiare con entusiasmo e nuovo slancio il traguardo dei 50 numeri. Sembrano tantissimi, ma sono solo un ponte verso il futuro.

P.s. un pensiero speciale va a tutti quelli che sono passati per queste pagine in questi anni e hanno lasciato un segno, delle parole, immagini, sogni. Senza il lavoro di tutti voi e il vostro impegno, non saremmo arrivati fin qui. E qui è un posto bellissimo.
Grazie!

la firma autografa di Andrea Luccioli

Published by

Andrea Luccioli

puoi seguire Andrea anche su: Facebook - Instagram - Linkedin

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.