logo
logo

“C’era una volta”, mille e uno storytelling

1 Min. - tempo di lettura

I cantastorie esistevano ancor prima che esistesse la scrittura. Sentirsi raccontare una storia è un bisogno non solo dei bambini ma di ognuno di noi. Una storia ci può far sognare, ci fa partecipare, ci fa immaginare mondi e persone lontani.

“C’era una volta…”: così iniziano tutte le storie che ci raccontavano da piccoli. Non è una scoperta nuova, è una realtà che anche branding, marketing e i management di grandi aziende conoscono benissimo. Raccontare una storia serve a vendere, serve a fidelizzare clienti, serve a richiamare potenziali clienti.

Si chiama Storytelling ed è un mezzo magico che alza immediatamente il livello d’attenzione e nello stesso tempo ci rende più ricettivi su ciò che stiamo leggendo, ascoltando o guardando. Cosa significa? Nancy Lamb, autrice di molti testi su questo ci dice che “per ottenere il massimo impatto e il più grande coinvolgimento si deve fare leva sulle emozioni e non sulla ragione”.

In parole povere: dovete creare una storia. Che riguardi voi o meno non importa ma deve parlare di emozioni, deve raccontare chi siete, cosa amate e perché avete voglia di farlo sapere. Deve parlare di amore e passione.  E deve avere anche l’ingrediente segreto della condivisione.

Volete conoscere i contenuti della storia perfetta, quella che tutti ameranno e in cui si sentiranno coinvolti? Fallimento, sogno, riscatto e successo e poi la condivisione con gli altri di tutto questo..

Fatevi una idea sui casi di successo, in cui lo Storytelling e la condivisione sono stati elementi fondamentali:

Desigual: con la coraggiosa campagna #falloalmattino riportata anche su TV e canali social. Puntava alla complicità femminile e ci sono riusciti!

desigual_fallo_al_mattino

Coca-Cola: l’iniziativa “condividi con…” fa leva sui nostri legami di amicizie virtuali e non. Un successo enorme.

coca_cola_condividi_con

Nutella: con la sua campagna di “personalizzazione” delle confezioni. Mette al centro ognuno di noi… e ci piace.

Nutella-sei-tu-2

Cosa hanno dunque in comune queste strategie? Mettono al centro noi, condividono con noi, ci fanno sentire parte della loro storia. Il segreto è tutto qui, buon Storytelling a tutti

Daria De Pascale

Social Writer e Web Content

Pubblicato da

Redazione di the mag

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.