logo
logo

Lorenza Bianchini – COSÌ GUARDO AL FUTURO

lorenza bianchini e il fratello carlo posano in azienda bianchini infissi promano città di castello
3 Min. - tempo di lettura

Lorenza Bianchini è una donna dalle mille risorse. Una donna al timone di una grande azienda altotiberina specializzata in infissi e serramenti (la Bianchini Infissi, appunto). Una donna che però non si spaventa in un settore tradizionalmente maschile e quindi spesso (ma non sempre) anche maschilista. Lorenza Bianchini è forte, determinata, che tra un progetto e l’altro di lavoro ha sempre voglia di imparare nuove cose, che ha davvero poco tempo libero e ne vorrebbe un po’ di più per stare con la suo figlio e magari per viaggiare; e infatti tra dieci anni si vedrebbe volentieri a New York. Intanto, noi l’abbiamo incontrata.

lorenza bianchini e il fratello carlo posano in azienda bianchini infissi promano città di castello

Per cominciare, come e quando è iniziata la sua esperienza imprenditoriale?
«Sono entrata in azienda appena terminati gli studi e dopo aver frequentato un corso organizzato dalla Luiss di Roma in tema gestione dell’imprese. All’interno della mia azienda, che come la gran parte del tessuto economico umbro ma anche nazionale è a carattere familiare, grazie alla guida di mio padre ho seguito un percorso di affiancamento in tutti i ruoli: segreteria, amministrazione, logistica, ufficio acquisti e ufficio tecnico, in modo da comprendere le dinamiche aziendali».

Dal 2002 è amministratrice delegata della Bianchini Infissi: di quali numeri si parla?
«Negli ultimi anni l’azienda è cresciuta molto, oggi occupa circa 60 dipendenti oltre a numerose ditte che operano per conto nostro. È presente con rivendite in tutta Italia. Operiamo in tutto il territorio nazionale ma anche all’estero: Francia, Tunisia, Marocco, Libia e anche Costa D’avorio».

Quale settore ha maggiormente sviluppato?
«Ho curato direttamente l’apertura dei Bianchini Point, gli show room dove è possibile trovare i nostri prodotti e tutto ciò che riguarda il mondo dei serramenti. Organizziamo eventi in collaborazione con altre aziende, anche di settori diversi; l’ultimo che abbiamo fatto è stato “Porte Aperte all’eccellenze”, per dare maggiore visibilità a realtà innovative e di qualità. Nel 2008 poi, è stata costituito il comparto “Energy”, con il quale abbiamo sviluppato il settore delle energie rinnovabili. Negli ultimi anni si è puntato molto sulla riqualificazione energetica degli edifici».

La crisi morde eccome, in che modo cercate di reagire?
«Investendo costantemente nella ricerca, abbiamo brevettato sistemi per offrire prodotti e servizi sempre più completi. L’innovazione dei processi di produzione ci permette di essere competitivi con particolare attenzione agli stringenti controlli di qualità. Inoltre cerchiamo di essere presenti in numerose manifestazioni di settore, anche tecniche e formative, dando il nostro contributo».

Parlando in maniera più ampia, siete inseriti nel settore dell’edilizia: come si trova a dirigere un’attività in un ambito tradizionalmente maschile?
«Molto bene a dire la verità, amo il mio lavoro e lo faccio con passione: per carattere sono una persona a cui piace stare in mezzo alla gente anche se devo ammettere che non è stato facile e non è facile tuttora. Mi è capitato in più occasioni che professionisti del settore mi abbiano detto che è strano di trovarsi a parlare di questioni tecniche con una donna».

Cosa le piace più del suo lavoro?
«Mi piace che con i nostri prodotti contribuiamo al benessere, al comfort e al design abitativo delle persone».

Lorenza Bianchi portrait

E cosa meno?
«Avere poco tempo libero».

Ha mai pensato di esportare la sua esperienza in altri settori?
«Sono inscritta al Rotary, anche se ammetto di dedicargli poco tempo ultimamente, sono vice-presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Umbri e consigliere territoriale di Confindustria a Città di Castello. Ritengo che sia dovere di ogni cittadino contribuire ad aiutare gli altri, come ognuno può, ma per la politica ho ancora tempo…».

Ecco, infatti: lei è iscritta al Gruppo Giovani Imprenditori. Che tipo di esperienza è?
«Sono iscritta dal 1998 al Gruppo Giovani, appena compiuti 18 anni; è un esperienza importantissima, ha contribuito in maniera fondamentale alla mia formazione. Ho conosciuto molti amici e colleghi e devo dire che il confronto con chi si trova a vivere le tue stesse problematiche è una scuola importante. Idee, spunti, esperienze e formazione ti danno la motivazione e l’entusiasmo per fare questo lavoro».

Ha mai pensato di cambiare totalmente vita?
«Credo che ognuno di noi ami fantasticare e trovarsi magari su qualche isola.. ma poi la famiglia e il lavoro – che sono il mio motore – ti fanno tornare alla realtà».

Quali sono, secondo lei, le doti che un imprenditore deve avere per affermarsi?
«Intelligenza, serietà e soprattutto curiosità».

Come si vede Lorenza Bianchini tra dieci anni.
«Mi vedrei a New York…».

Mi dica un sogno nel cassetto.
«Scrivere un libro e poter viaggiare di più».

Ci troviamo spesso a parlare delle difficoltà nel conciliare famiglia e lavoro: è così anche per lei?
«Sì, è complicato conciliare famiglia e lavoro; cerco di farlo al meglio e sono anche convinta che le donne, se vogliono, abbiano una marcia in più!»

Come valuta la situazione delle donne in Italia rispetto a questo argomento?
«La donna ha gli stessi diritti dell’uomo ma in realtà non è proprio cosi. Oggi ci sono donne manager, donne che fanno carriera in politica e anche donne scienziate, donne pilota, donne designer che si trovano costrette molte volte a scegliere tra mantenere un lavoro o fare figli. E questo non è giusto».

E lei come si organizza per far quadrare il cerchio?
«Non è facile: con sacrificio, impegno e tanta passione».

Infine, la sera torna a casa: cosa sceglie, un film o un libro?
«Scelgo di stare con mio figlio, assolutamente».

Cosa vorrebbe trasmettergli?
«Quello cha ha trasmesso a me mio Padre : il coraggio e la forza».

Post simili

Pubblicato da

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.