logo

Lorenzo Barbetti – speciale “Visioni” – Becoming X

Lorenzo Barbetti

Come il Coronavirus ha cambiato la tua vita?
«Ho cambiato routine: dormire, svegliarmi, guardare una serie tv, guardare il soffitto, provare a leggere, abbandonare il libro, guardare film, uscire per fare un giro davanti a casa e cercare ispirazione per poi tornare a letto dove dormire e ricominciare. Quasi come stare in disoccupazione ma senza il fatto di sentirsi una merda».

Cosa hai riscoperto durante i giorni del grande isolamento?
«Ho riscoperto quanto poco sopporto tutto. La gente positiva, la gente negativa, quelli che si lamentano del governo, quelli che “Conte ha tutta la mia stima”, chi urla a chi corre, chi corre dietro a chi urla, i supermercati e soprattutto la mia immagine riflessa nello specchio, i miei piccoli occhi, i stupidi problemi quotidiani, Hugh Jackman. Poi mi sono iscritto alla prova gratuita di Pornhub riscoprendo anche la pubertà».

Cosa ti ha insegnato l’emergenza?
«Mi ha insegnato ad avere paura. Troppa paura causa poca lucidità. Le persone spaventate diventano aggressive come i gatti quando gli metti vicino una zucchina e si gonfiano. La giusta paura è quella che ti può salvare facendoci informare su come si trasmette il virus, su l’uso corretto di mascherine, guanti ecc… e questo vale un po’ per tutto».

 



cosa ascolto

“Io sto bene” – CCCP

cosa leggo

“Underworld” – Don Delillo

cosa guardo

“A ghost story” – David Lowery


BIO

Classe 1990 si laurea in Letteratura contemporanea nel 2017 e passa da un lavoro a contratto all’altro. Appassionato di musica, arte, fotografia e cinema nel 2016, con altri ragazzi, fonda Penumbria Studio ricoprendo il ruolo di autore/sceneggiatore. Nel tempo libero ama scrivere e disegnare, ha il sogno di diventare scrittore e di sicuro la voglia di raccontare storie.


Una matita ci salverà

Questo numero speciale di The Mag è nato da un’idea ma soprattutto dalla creatività di 50 illustratori del collettivo Becoming X. Scopriamoli!

Li abbiamo imparati a conoscere numero dopo numero su queste pagine.

Sono gli illustratori, i disegnatori e i fumettisti che insieme formano il collettivo Becoming X, un gruppo di ragazzi che dal 2012 ha deciso di condividere una passione, quella per il disegno.

Tante sensibilità, tanti sguardi e tante “penne” che, ognuna col proprio tratto, creano mondi e suggestioni che abbiamo imparato ad amare anche su The Mag.

In passato li abbiamo anche seguiti nei loro “live drawing”, delle specie di “estemporanee” dove ci si ritrova e si disegna insieme.

Li abbiamo visti all’opera in mille situazioni, dalla Galleria Nazionale dell’Umbria al Lars Rock Fest fino ai locali prima dei concerti o in degli eventi per i più piccini.

Talento, divertimento e tanta creatività: ci siamo innamorati subito del loro lavoro. Anche per questo, insieme al coordinatore e direttore artistico del collettivo, ovvero Daniele Pampanelli, abbiamo ragionato su una collaborazione “speciale” per questo numero da quarantena.

Il risultato di questo “esperimento” lo troverete nelle prossime pagine, a noi è sembrata una cosa davvero bellissima e per questo vogliamo ringraziare tutti i disegnatori che hanno dedicato il loro tempo e la loro creatività per realizzare questo progetto.

THE MAG 45 / Visioni – BecomingX

Published by

Redazione di the mag

Rispondi