Lucia Mariani – speciale “Visioni” – Becoming X

Lucia Mariani

Come il Coronavirus ha cambiato la tua vita?
«Sono passata dal lavorare al pubblico allo stare sola in casa. All’inizio devo dire che è stato quasi piacevole: ritrovare ritmi più calmi, avere tempo per fare tutte quelle cose che la nostra frenetica vita non ci consente.
Ma adesso mi manca terribilmente il contatto fisico con gli altri, gli abbracci, la prossimità con gli affetti. Mi manca la libertà di movimento, la possibilità di prendere la macchina e in un’ora essere al mare».

Cosa hai riscoperto durante i giorni del grande isolamento?
«Sto riscoprendo il valore del tempo, della calma. Della noia che può diventare fertile spazio per l’immaginazione. Anche se è tutto falsato, ovviamente, dall’ansia che ci pervade e che ci fa perdere ogni tipo di stabilità emotiva. Sto scoprendo, banalmente, chi e cosa mi manca davvero e anche chi è cosa non sarò più disposta a tollerare quando tutto questo finirà».

Cosa ti ha insegnato l’emergenza?
«Mi sta insegnando l’autosufficienza, la capacità di bastarsi. Essere più centrati su se stessi piuttosto che sullo sguardo degli altri, sul loro giudizio. Vedremo poi quello che succederà in futuro e quanto di quello che avremo scoperto resterà nelle nostre vite, oppure scoppierà come una bolla di sapone».

 



cosa ascolto

“Infinitoalessandrofiori” – Paolo Benvegnù

cosa leggo

“L’amusuranza” – Tea Ranno

cosa guardo

“Scrubs” – serie tv


BIO

Lucia Mariani, in arte Lalù, nasce a Perugia nel 1980 e sin dalla tenera età dimostra un’innata inclinazione all’arte.
Dopo aver conseguito la laurea in Conservazione dei Beni Culturali presso l’Università degli Studi di Perugia, si dedica con sempre maggior impegno alla sua passione. Ciò la porta a realizzare numerose illustrazioni per gruppi musicali, spettacoli teatrali, pubblicazioni per bambini e t-shirts fino alla decorazione di lampade ed oggesttistica varia.


Una matita ci salverà

Questo numero speciale di The Mag è nato da un’idea ma soprattutto dalla creatività di 50 illustratori del collettivo Becoming X. Scopriamoli!

Li abbiamo imparati a conoscere numero dopo numero su queste pagine.

Sono gli illustratori, i disegnatori e i fumettisti che insieme formano il collettivo Becoming X, un gruppo di ragazzi che dal 2012 ha deciso di condividere una passione, quella per il disegno.

Tante sensibilità, tanti sguardi e tante “penne” che, ognuna col proprio tratto, creano mondi e suggestioni che abbiamo imparato ad amare anche su The Mag.

In passato li abbiamo anche seguiti nei loro “live drawing”, delle specie di “estemporanee” dove ci si ritrova e si disegna insieme.

Li abbiamo visti all’opera in mille situazioni, dalla Galleria Nazionale dell’Umbria al Lars Rock Fest fino ai locali prima dei concerti o in degli eventi per i più piccini.

Talento, divertimento e tanta creatività: ci siamo innamorati subito del loro lavoro. Anche per questo, insieme al coordinatore e direttore artistico del collettivo, ovvero Daniele Pampanelli, abbiamo ragionato su una collaborazione “speciale” per questo numero da quarantena.

Il risultato di questo “esperimento” lo troverete nelle prossime pagine, a noi è sembrata una cosa davvero bellissima e per questo vogliamo ringraziare tutti i disegnatori che hanno dedicato il loro tempo e la loro creatività per realizzare questo progetto.

THE MAG 45 / Visioni – BecomingX

Published by

Redazione di the mag

Rispondi