Makkuro- speciale “Visioni” – Becoming X

Makkuro

Come il Coronavirus ha cambiato la tua vita?
«Con mio stupore i primi tempi non ho notato alcun cambiamento: prima lavoravo e basta, stavo appassendo. Questo mi ha fatto riflettere e riorganizzare le mie priorità. Ho utilizzato il tempo in maniera costruttiva: oltre ad avere la fortuna di lavorare ho ripreso ad allenarmi, a leggere, a disegnare, a studiare. Ho dedicato tempo alle mie passioni. In breve, sono rinata».

Cosa hai riscoperto durante i giorni del grande isolamento?
«Il valore del tempo, la contemplazione e la calma interiore. Paradossalmente ora, grazie alla chiusura di tutto, mi sento più “al sicuro”, non c’è più quel senso di fretta, di dover essere efficienti, di produrre. Adesso riesco a sentirmi in pace, riesco sentire la mia parte interiore».

Cosa ti ha insegnato l’emergenza?
«Che non c’è bisogno che il mondo si fermi per far pace dentro di noi. Qualsiasi cosa accada, di tanto in tanto voglio fermarmi e chiedermi se sono felice e se in caso non fosse così, cosa posso fare per migliorare. E poi che grandi periodi di stress fanno venire fuori la vera natura delle persone: chi prima era in gamba diventa ancora più in gamba; chi invece era – per così dire – meno evoluto, diventa ancora più negativo».

 



cosa ascolto

“Operazione buonumore” – Playlist su Spotify

cosa leggo

“Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita” – Giulio Cesare Giacobbe

cosa guardo

“The Secret” – Film su Netflix


BIO

Sono Eleonora e Makkurizzo. Sono nata a Perugia, mi sono trasferita anche all’estero per poi tornare a casa. Circa 7 anni fa mi sono buttata anima e corpo per realizzare il mio sogno: diventare una graphic designer. Avevo 0 esperienza, ho lavorato tantissimo e ora posso dire di fare il lavoro dei miei sogni, discretamente. Ho creato uno stile che chiamo “abstract graffiti”, lo stile Makkuro che è il mio tratto distintivo, faccio anche logo design e illustrazioni.

Matita in mano, linee e fantasia Il favoloso mondo di Makkuro


Una matita ci salverà

Questo numero speciale di The Mag è nato da un’idea ma soprattutto dalla creatività di 50 illustratori del collettivo Becoming X. Scopriamoli!

Li abbiamo imparati a conoscere numero dopo numero su queste pagine.

Sono gli illustratori, i disegnatori e i fumettisti che insieme formano il collettivo Becoming X, un gruppo di ragazzi che dal 2012 ha deciso di condividere una passione, quella per il disegno.

Tante sensibilità, tanti sguardi e tante “penne” che, ognuna col proprio tratto, creano mondi e suggestioni che abbiamo imparato ad amare anche su The Mag.

In passato li abbiamo anche seguiti nei loro “live drawing”, delle specie di “estemporanee” dove ci si ritrova e si disegna insieme.

Li abbiamo visti all’opera in mille situazioni, dalla Galleria Nazionale dell’Umbria al Lars Rock Fest fino ai locali prima dei concerti o in degli eventi per i più piccini.

Talento, divertimento e tanta creatività: ci siamo innamorati subito del loro lavoro. Anche per questo, insieme al coordinatore e direttore artistico del collettivo, ovvero Daniele Pampanelli, abbiamo ragionato su una collaborazione “speciale” per questo numero da quarantena.

Il risultato di questo “esperimento” lo troverete nelle prossime pagine, a noi è sembrata una cosa davvero bellissima e per questo vogliamo ringraziare tutti i disegnatori che hanno dedicato il loro tempo e la loro creatività per realizzare questo progetto.

THE MAG 45 / Visioni – BecomingX

 

Published by

Redazione di the mag

Rispondi