logo

Marco Leombruni – speciale “Visioni” – Becoming X

Marco Leonbruni

Come il Coronavirus ha cambiato la tua vita?
«Ha interrotto i piani di un percorso lavorativo già difficile di suo, ed ora la mia vita è in stand-by un po’ per necessità un po’ per scelta, se non aver voglia di lavorare è una scelta, e quando questa bolla della quarantena scoppierà allora comincerò a vedere come cambierà la mia vita, se cambierà».

Cosa hai riscoperto durante i giorni del grande isolamento?
«Sono sempre stato una persona introversa, questo isolamento non è più grande di altri in diversi periodi della mia vita, sicuramente peggiori. Sto potando gli olivi, lo avrei fatto comunque, ma senza quarantena sarebbe stato un fallimento, considerata l’enorme mole di lavoro. Poterlo fare, senza doverlo sentire come una perdita di tempo, è bellissimo».

Cosa ti ha insegnato l’emergenza?
«Molte cose, sulla comunicazione e i suoi strumenti, sullo Stato e le Istituzioni, su me stesso e su alcune persone, su ciò che mi rende felice, le diverse condizioni sociali che si manifestano in maniera inaspettata, sul popolo italiano, sulle relazioni internazionali. Mi piace pensare che in questo tempo sospeso abbia ritrovato un’adolescenza mai finita, per farci pace, e poter continuare a vivere accettandomi per quel che sono e, spero, per quel che sarò».

 



cosa ascolto

“Barcellonnette” – Deluxe

cosa leggo

“Moby Dick” – Herman Melville

cosa guardo

“Plague dogs” – Martin Rosen


BIO

Marco Leombruni nasce nel 1984, studia Illustrazione ed Animazione Multimediale presso lo IED di Roma e successivamente colorazione Digitale presso l’Accademia Internazionale dei Comics. È un illustratore freelance dal tratto variegato che si occupa principalmente di illustrazione pubblicitaria e per la produzione video, senza tralasciare la passione per la narrativa illustrata ed il fumetto. Docente di Illustrazione presso l’Istituto Italiano di Design di Perugia.
www.marcoleombruni.com


Una matita ci salverà

Questo numero speciale di The Mag è nato da un’idea ma soprattutto dalla creatività di 50 illustratori del collettivo Becoming X. Scopriamoli!

Li abbiamo imparati a conoscere numero dopo numero su queste pagine.

Sono gli illustratori, i disegnatori e i fumettisti che insieme formano il collettivo Becoming X, un gruppo di ragazzi che dal 2012 ha deciso di condividere una passione, quella per il disegno.

Tante sensibilità, tanti sguardi e tante “penne” che, ognuna col proprio tratto, creano mondi e suggestioni che abbiamo imparato ad amare anche su The Mag.

In passato li abbiamo anche seguiti nei loro “live drawing”, delle specie di “estemporanee” dove ci si ritrova e si disegna insieme.

Li abbiamo visti all’opera in mille situazioni, dalla Galleria Nazionale dell’Umbria al Lars Rock Fest fino ai locali prima dei concerti o in degli eventi per i più piccini.

Talento, divertimento e tanta creatività: ci siamo innamorati subito del loro lavoro. Anche per questo, insieme al coordinatore e direttore artistico del collettivo, ovvero Daniele Pampanelli, abbiamo ragionato su una collaborazione “speciale” per questo numero da quarantena.

Il risultato di questo “esperimento” lo troverete nelle prossime pagine, a noi è sembrata una cosa davvero bellissima e per questo vogliamo ringraziare tutti i disegnatori che hanno dedicato il loro tempo e la loro creatività per realizzare questo progetto.

THE MAG 45 / Visioni – BecomingX

Published by

Redazione di the mag

Rispondi