logo
logo

Matera è un viaggio necessario Un miracolo di rinascita e bellezza

1 min.

Siamo stati in visita a Matera, Capitale europea della cultura 2019. I Sassi e la rigenerazione urbana: come è nato progetto eccezionale

Testo e foto di Andrea Luccioli

“Il 17 ottobre 2014, il ministro ai Beni e alle Attività culturali e al Turismo Dario Franceschini, a chiusura dell’intenso percorso di candidatura e a seguito della valutazione della giuria internazionale, ha proclamato Matera Capitale Europea della Cultura per il 2019”.

In tanti ricordano quel giorno e non solo a Matera.

In quelle stesse ore, infatti, in Umbria c’erano altre due città con il fiato sospeso: Perugia e Assisi.

La candidatura umbra, però, non è riuscita lì dove hanno trionfato i “colleghi” della Basilicata.

Gente guidata da Joseph Grima (direttore artistico di Matera 2019) che, ironia della sorte, è un assisano.

Ma questa è la storia.

Il presente ci parla di una città, Matera appunto, che da quell’ottobre 2014 ha iniziato la sua trasformazione verso l’appuntamento di quest’anno che già da mesi la sta mettendo al centro del panorama europeo.

Noi di The Mag siamo andati a fare un salto, dare uno sguardo e, soprattutto, goderci la meraviglia.

Matera, tornata alla ribalta per essere diventata set naturale della “Passione” di Mel Gibson, ha cambiato pelle per presentarsi al meglio come Capitale europea e lo ha fatto mettendo pesantemente mano al suo “cuore”, ovvero i Sassi.

Uno spettacolo unico al mondo, che lascia senza fiato.

Oggi quei Sassi che prima erano una ferita aperta che narrava di un passato difficile fatto di degrado e abbandono, sono diventati uno spazio rigenerato, brulicante.

Gran parte delle abitazioni sono state recuperate, sono nate tante attività, strutture ricettive, spazi civici e molto altro.

Il colpo d’occhio dalle terrazze che si affacciano sui Sassi è incredibile, così come è impensabile non scendere tra le viuzze, le scale, le strettoie di pietra bianca e sole.

Matera è una città che si è ripresa il suo cuore, la sua storia e ha scelto il futuro.

L’operazione di rigenerazione del progetto Capitale europea della cultura è stata un volano eccezionale: centinaia di eventi fino a dicembre, migliaia di turisti da tutto il mondo e una sensazione di bellezza e vitalità che difficilmente vi passerà di dosso.

È un viaggio necessario nel 2019: scoprire Matera.

Ma non sufficiente.

Per comprendere l’enorme lavoro che è stato fatto dal comitato organizzatore bisogna andare sul sito www.matera-basilicata2019.it e dare uno sguardo ai materiali.

In primis il dossier con la candidatura.

Oltre 120 pagine di progetti, idee, proposte e voglia di rinascita.

Per non parlare del ricchissimo programma di attività, eventi, collaborazioni e iniziative che fanno della città dei Sassi un melting pot culturale unico nel panorama nazionale ed europeo.

Che altro dire? Fate le valige e correte a Matera!


Post simili

Pubblicato da

Comments are closed.