logo

Matteo Gaggia – speciale “Visioni” – Becoming X

Matteo Gaggia

Come il Coronavirus ha cambiato la tua vita?
«Al momento il COVID-19 non l’ha cambiata molto, soprattutto in ambito lavorativo. Da freelance ero abituato ad una sorta di quarantena coatta nella mia “fortezza della solitudine” tra matite, fogli e software vari. In altri ambiti invece è cambiato il modo di vedere e affrontare anche le più piccole azioni quotidiane a cui magari prima veniva data poca rilevanza».

Cosa hai riscoperto durante i giorni del grande isolamento?
«Le piccole e importanti gioie della vita, come alzarsi presto la mattina facendo colazione con calma, nel silenzio della tua cucina mentre l’odore del caffè pian piano risveglia i tuoi sensi assopiti e a fine giornata, stanco dal lavoro ma felice, andare a letto senza aver mai tolto il pigiama».

Cosa ti ha insegnato l’emergenza?
«L’emergenza mi ha insegnato o per meglio dire ribadito, che in un attimo può cambiare tutto, bisogna valorizzare e non sprecare quello che si ha, imparando nel contempo a prendersi cura di se stessi e degli altri».

 



cosa ascolto

“Waitin’ on a sunny day” – Bruce Springsteen

cosa leggo

“Ricomincio da capo” – Harold Ramis

cosa guardo

“Il conte di Montecristo” – A. Dumas


BIO

Matteo Gaggia nasce ad Assisi, l’8 ottobre 1975. Dal giorno dopo ad oggi, vive e soprattutto disegna a Perugia. Dopo essersi diplomato al Liceo Classico frequenta la Scuola Internazionale di comics a Roma. Entra poi nel mondo dell’illustrazione per ragazzi e collabora con alcune delle più importanti case editrici e riviste del settore realizzando sia illustrazioni per l’editoria scolastica che libri illustrati.


Una matita ci salverà

Questo numero speciale di The Mag è nato da un’idea ma soprattutto dalla creatività di 50 illustratori del collettivo Becoming X. Scopriamoli!

Li abbiamo imparati a conoscere numero dopo numero su queste pagine.

Sono gli illustratori, i disegnatori e i fumettisti che insieme formano il collettivo Becoming X, un gruppo di ragazzi che dal 2012 ha deciso di condividere una passione, quella per il disegno.

Tante sensibilità, tanti sguardi e tante “penne” che, ognuna col proprio tratto, creano mondi e suggestioni che abbiamo imparato ad amare anche su The Mag.

In passato li abbiamo anche seguiti nei loro “live drawing”, delle specie di “estemporanee” dove ci si ritrova e si disegna insieme.

Li abbiamo visti all’opera in mille situazioni, dalla Galleria Nazionale dell’Umbria al Lars Rock Fest fino ai locali prima dei concerti o in degli eventi per i più piccini.

Talento, divertimento e tanta creatività: ci siamo innamorati subito del loro lavoro. Anche per questo, insieme al coordinatore e direttore artistico del collettivo, ovvero Daniele Pampanelli, abbiamo ragionato su una collaborazione “speciale” per questo numero da quarantena.

Il risultato di questo “esperimento” lo troverete nelle prossime pagine, a noi è sembrata una cosa davvero bellissima e per questo vogliamo ringraziare tutti i disegnatori che hanno dedicato il loro tempo e la loro creatività per realizzare questo progetto.

THE MAG 45 / Visioni – BecomingX

Published by

Redazione di the mag

Rispondi