logo
logo

‘Memory Box’, in scena la scatola dei ricordi modificabili a piacimento

Il passato è una sedia a dondolo
1 Min. - tempo di lettura

Noi di The Mag lo abbiamo visto in anteprima qualche mese fa. E possiamo assicurarvi che si tratta di uno spettacolo unico. La compagnia folignate Zoe Teatro ha deciso  di riportare in scena “Memory Box”, lo spettacolo in programma sabato 9 febbraio (ore 21.15) e domenica 10 febbraio (ore 18.15) allo Spazio Zut!.

Biglietto intero 10 euro, ridotto 7 euro.

Lo spettacolo, inserito all’interno della Residenza C.U.R.A. – Spazio ZUT 2018, vede alla regia e come autore del testo Emiliano Pergolari. Sul palco David Rinaldini e Matteo Ciccioli, rispettivamente anche curatori delle scene e luci e del progetto video, insieme a Pergolari. A completare l’appuntamento di sabato 9 febbraio torna anche la cena di stagione prima dello spettacolo, con i prodotti di Equoebio – NaturaSì di Foligno e i vini Scacciadiavoli (per prenotazioni: 389 0231912).

Memory box

Il passato è una sedia a dondolo. All’interno di una scatola. O meglio, di una Memory Box. Memory Box è quindi una scatola dei ricordi, grazie alla quale si avrà la possibilità di ricominciare sempre da capo, di correggere e modificare   tutto quello che è andato storto oppure che si intende per qualsiasi motivo cancellare. Memory Box è la scatola che si può riempire a proprio piacimento, un album fotografico che cambia come ognuno vuole, e a quel punto non si avrà più bisogno di niente e di nessuno: i sogni personali di ognuno basteranno. Un uomo (il Soggetto 16) dondola all’interno della propria tana e ricorda il suo passato. Arriva un momento in cui vale la pena tracciare un bilancio, soppesare i successi e i fallimenti di una vita. Quest’uomo è lì, e dondola, medita, alla ricerca di quel momento unico che ha cambiato la sua vita. La compagnia Zoe Teatro è partita da Krapp, uno dei personaggi simbolo dell’opera beckettiana, un uomo, solo, coi suoi ricordi, e quel momento in cui tutto sarebbe potuto cambiare. Questa volta però la stessa situazione diventa un esperimento pubblico, la Memory Box.

Zoeteatro

È la compagnia nata all’interno dell’Associazione Culturale Zoe, formata da Michele Bandini ed Emiliano Pergolari. Nasce nel 2004 dopo alcune significative esperienze professionali e formative tra le quali, fondamentale, quella con Marco Martinelli e il Teatro delle Albe. Il primo esperimento creativo della compagnia è “Vi e Ve”, che debutta al Festival di Santarcangelo nel 2004, grazie all’idea e al testo di Marco Martinelli, un “Metalogo nel regno delle ombre” fra Vittorini e Veronese. Dal 2004 ad oggi ha realizzato numerose produzioni artistiche che hanno debuttato nei maggiori festival nazionali e internazionali, prodotta e sostenuta negli anni per numerose produzioni dal Teatro Stabile dell’Umbria, è la compagnia sostenuta come residenza artistica dallo Spazio Zut (Coop. GECITE) , all’interno del quale realizza periodi di residenza e di formazione. La compagnia svolge con l’Associazione Zoe dal 2002, anche un’intensa attività di formazione teatrale con i giovani, adulti e bambini.

 

 

INFO E PRENOTAZIONI

BIGLIETTERIA ZUT – (orario 15-18)

Tel. 389 0231912

spaziozut.organizzazione@gmail.com

spaziozut@gmail.com

www.spaziozut.it

 

 

Post simili

Pubblicato da

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.