logo
logo

Montelago Celtic Festival, folk, fantasy e molto altro. Sul palco anche i Mägo De Oz e Hevia

2 min.

Dite Amici ed Entrate! È l’invito in stile Tolkien di Montelago Celtic Festival 2019 in programma fino al 3 agosto a Taverne di Serravalle di Chienti (Mc).

Più folk e fellowship che mai, la XVII edizione della rassegna torna protagonista dell’estate umbro-marchigiana per riunire l’amichevole Popolo di Montelago attraverso la musica, lo sport, i laboratori e gli appuntamenti culturali.

Tre palchi ufficiali e spazi dedicati all’improvvisazione permettono di immergersi a 360° nel panorama folk internazionale e di casa nostra. Imperdibili, tra i 28 concerti in programma, quello della folk metal band spagnola Mägo De Oz, rockstar con numeri da brividi, come le 100 milioni di visualizzazioni del video Fiesta Pagana, e il ritorno dell’amico maestro gaitero José Ángel Hevia Velasco, l’artista asturiano che ha inventato la cornamusa elettronica, vendendo più di due milioni e mezzo di dischi, e che sarà al Festival nella triplice veste di performer, conferenziere e insegnante.

Creatività no limits per trasformare il sapere in saper fare con ben 25 workshop: oltre agli amati corsi di musica e danza, divenuti nel tempo una istituzione della festa, decine di stage con focus su antichi mestieri e arti pratiche in esplorazione alle discipline dal sapore celtico e quest’anno – novità – delle eccellenze locali che fanno le Marche grandi nel mondo: produzione della carta, secondo la tradizione artigianale di Fabriano e Ancona, e tornitura del legno per creare una penna con le proprie mani. Esordiscono anche i corsi di cucina gallica e tradizionale irlandese con chef professionisti per recuperare antiche ricette perfette per i nostri tempi.

Amanti del fantasy niente paura. L’appuntamento è alla Tenda Tolkien, luogo del sapere, cuore dello spirito fantastico della manifestazione, che ospita la rassegna Fellowship: amicizia e potere tra fantasy e realtà, con un nutrito calendario di iniziative culturali: 14 appuntamenti tra incontri, dibattiti, convegni, con la partecipazione anche di Edoardo Rialti, traduttore in Italia di G. R. R. Martin, e il format delle lezioni/spettacolo che fondono filosofia e teatro, curate dal “Frodo” Cesare Catà e dalla compagnia teatrale Magical Afternoon. Nella tenda sarà poi incoronato il vincitore del Montelago Storytelling 2019, corso/concorso di scrittura fantasy in collaborazione con la prestigiosa Scuola Holden di Torino e a cura di Loredana Lipperini, scrittrice e giornalista, giunto alla III edizione.

Non mancheranno i matrimoni celtici, tanto sport e vari eventi ludici, rievocazionespettacoli col fuoco e le immancabili visite guidate alla scoperta del territorio, anche a cavallo. A disposizione dei partecipanti, che potranno raggiungere la manifestazione anche a piedi, attraverso i suggestivi sentieri di Montelago Walker nel cuore dell’Appennino, camping con area camper, tende, zone riservate ai biker e alle famiglie con bambini, oltre 90 stand tra camping e food shopping, con ben 23 attività locali coinvolte, gastronomia e mercatino d’artigianato. Rispetto e tutela dell’ambiente sempre al centro del Festival: raccolta differenziata, pulizia dei prati ed eco-gestione per una festa ogni anno più green.

Montelago Celtic Festival è un evento firmato La Catasta e organizzato in collaborazione con Regione Marche, Provincia di Macerata, Comune di Serravalle di Chienti (Mc), Cosmari, Contram, Università di Camerino, Protezione Civile e con il patrocinio di Federazione Italiana Rugby, Legambiente e Scuola Holden per il Montelago Storytelling. Info: www.montelagocelticfestival.it

Pubblicato da

Comments are closed.