logo
logo

LA MUSICA DI L.M. BANKSY – LEONARD COHEN: LA SAGGIA BELLEZZA

leonard-cohen-the-mag
1 min.

Il 21 settembre Leonard Cohen ha compiuto 80 anni e con una mossa di celebrativa autoironia due giorni dopo ha pensato bene di festeggiarli con l’uscita di un nuovo album: «Popular Problems».

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=cLmVG4oUmSM[/youtube]

Poeta, scrittore e compositore canadese è senza dubbio ancor di più uno dei cantautori più celebri, influenti e stimati della storia della musica.

La leggenda di questo uomo straordinario non ha mai smesso di brillare nel corso della sua carriera sino ad arrivare alla grande bellezza della sua terza età. Il modo diretto con cui guarda negli occhi questi «Problemi Popolari» nelle sue 9 canzoni dell’album (si parla di violenza, di guerra, di catastrofi, dell’11 settembre, di un’umanità prigioniera della paura, di ingiustizia) è lo stesso con il quale ha affrontato la sua storia recente: coraggioso, schietto e lucido.

Prima del 2005 Leonard Cohen si era praticamente ritirato dalle scene trascorrendo anni in un monastero zen fuori Los Angeles, ma una volta tornato alla vita sociale scoprì che la sua manager gli aveva di fatto svuotato il conto in banca. Così, per un banalissimo bisogno di denaro, il poeta con la voce di rasoio fu costretto a tornare in tournée.

Quel forzato ritorno sul palco sta andando avanti per il mondo da dieci anni ed è culminato con un album pieno di dignità: con l’inseparabile Borsalino e sempre elegantissimo, continua ad illuminare il pubblico con la forza della sua musica, uno dei massimi punti di contatto tra la grande canzone e l’alta letteratura, senza mai privarsi di nuovi vibranti stimoli creativi.

Sarà forse stanco dopo tutte queste fatiche? La grandezza dell’uomo prima che dell’artista è nella sua risposta: «E poi cos’è la fatica? Posso dire che mi stanco cantando quando c’è gente che muore di fame, scende in miniera o marcisce in prigione? Fare quello che non ci piace è faticoso. Nel mio caso lavare i piatti». Mito.

Post simili

Pubblicato da

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.