PerSo Social Film Festival, il programma dal 5 al 10 ottobre. A Perugia Matteo Garrone e Alice Rohrwacher

Dal 5 al 10 ottobre 2021 torna di scena a Perugia, per la sua settima edizione, il PerSo – Perugia Social Film Festival. Un contenitore ricchissimo e fatto di sperimentazioni e nuovi linguaggi, attualità, violenza di genere, ambiente e pandemia: tantissimi modi di raccontare il presente nelle sue mille sfaccettature. Proiezioni ad ingresso gratuito nelle tre sale cinematografiche del centro di Perugia e un progetto artistico nel suggestivo Salone Grande del MANU – Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria; parte del programma del PerSo sarà visibile gratuitamente sulla piattaforma 1895.Cloud. Proiezioni in lingua originale con doppia sottotitolazione in italiano e inglese per un’edizione densa di eventi per gli appassionati del cinema documentario e d’autore. L’appuntamento, luogo di analisi e riflessione sul contemporaneo e sui linguaggi del cinema del reale, propone oltre 40 titoli tra cui 7 anteprime italiane.

Differente. non indifferente, questo il claim che riassume lo spirito del PerSo. Sei giorni di proiezioni, quattro categorie di concorso, proiezioni fuori concorso, masterclass, incontri, le proiezioni nel Carcere di Perugia-Capanne (e un premio assegnato da una giuria di detenuti).

La giuria dell’Award 2021 è composta da Oskar Alegria, regista spagnolo, PerSo Award nel 2019 con Zumiriki; Steve Della Casa, critico e storico del cinema, direttore artistico di diversi festival e co-conduttore radiofonico dello storico programma Rai Hollywood Party e Massimo D’Anolfi, tra i maggiori esponenti del cinema documentario italiano a livello internazionale.

Inoltre, la giuria della redazione di Film TV e la giuria degli studenti universitari, con Antonietta De Lillo in veste di tutor e Presidente.I

Numerosi i titoli in gara per il  del Concorso internazionale medio-lungometraggi in anteprima italiana (PerSo Award), così come per il PerSo Short e il PeSo Cinema Italiano. Ma il programma è ricchissimo, come testimoniano gli appuntamenti di PerSo Lab. Ecco il programma: venerdì 8 ottobre c’è “Controidentificazione”, la Masterclass di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, condotta da Sergio Sozzo e Aldo Spiniello. Sabato 9 ottobre la lecture di Luciano Barisone “Il Respiro del documentario”. Domenica 10 ottobre “Buscando a una isla”, Masterclass di Oskar Alegria, condotta da Giacomo Caldarelli. Informazioni ed iscrizioni su www.persofilmfestival.it/perso-lab-2021/

Giovedì 7 ottobre l’incontro informativo per gli addetti ai lavori sui prossimi bandi dell’Umbria Film Fund, bando di sostegno alle produzioni audiovisive promosso dalla neonata Umbria Film Commission; sabato 9 il regista Gianfranco Pannone presenta il suo ultimo libro “E’ reale? Guida empatica del cinedocumentarista”, accompagnato da Giovanni Piperno e Luciano Barisone.

L’hanno chiamata campagna Mascarilla 19, dal nome in codice che la vittima deve pronunciare se, con una scusa, riesce a liberarsi per un attimo del controllo asfissiante del suo aggressore dicendo che deve andare in farmacia. Basta che chieda una “Mascarilla 19” (mascherina 19) e il farmacista sa di dover avviare immediatamente il protocollo d’emergenza.

7 opere del progetto saranno proiettate dall’8 al 10 ottobre nel suggestivo Salone grande del MANU – Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, di Iván Argote (Colombia/Francia, 1983), Silvia Giambrone (Italia/Inghilterra, 1981), Eva Giolo (Belgio, 1991), Basir Mahmood (Pakistan/Paesi Bassi, 1985), MASBEDO (Italia, Nicolò Massazza, 1973 e Iacopo Bedogni, 1970), Elena Mazzi (Italia, 1984), Adrian Paci (Albania/Italia, 1969).

Progetto commissionato e prodotto da Fondazione In Between Art Film, fondata e presieduta da Beatrice Bulgari, che con il riferimento diretto a questa campagna ha voluto da un lato richiamare l’attenzione su un’emergenza globale, dall’altro dare uno stimolo agli artisti fornendo loro anche un sostegno concreto alla produzione di nuovi progetti quando tutte le produzioni artistiche risultavano sospese. Curatori del progetto: Leonardo Bigazzi, Alessandro Rabottini, Paola Ugolini.

Si parte con i Fuori Concorso martedì 5 ottobre al Cinema Zenith con la proiezione di Reality e con l’incontro online con il regista Matteo Garrone e con il protagonista del film, Aniello Arena.

Domenica 10 ospite speciale Alice Rohrwacher con la proiezione di Quattro strade, cortometraggio filmato in 16mm nella campagna umbra durante il lockdown, sguardo poetico sulle conseguenze sociali della pandemia nella piccola località Quattro strade.

Film di chiusura Faith, omaggio a Valentina Pedicini, grande documentarista italiana scomparsa nel novembre scorso.

Published by

Andrea Luccioli

puoi seguire Andrea anche su: Facebook - Instagram - Linkedin

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.