UJ Winter, i numeri di un successo. A luglio concerto speciale in memoria di Mario Guidi

UJ Winter fa segnare un altro successo. La manifestazione “invernale” del festival jazz umbri si conferma un appuntamento che non conosce crisi grazie agli ingredienti che fanno parte della ricetta stessa di UJ Winter: la musica, l’ospitalità, l’arte, la storia, la buona cucina.

Un evento connaturato con il tessuto stesso della città che non rinuncia alla sua vetrina invernale, richiamando anche quest’anno numerosi visitatori e decretando la riuscita di questa kermesse che ha seguito il trend positivo intrapreso negli ultimi anni.

Nei cinque giorni in cui si è svolto il Festival gli appuntamenti in cartellone ( novanta eventi, sette location, trenta band, più di centocinquanta musicisti), hanno richiamato tantissimi appassionati, che sono affluiti al Teatro Mancinelli, al Palazzo del Popolo e al Museo Greco, realizzando quasi sempre il tutto esaurito con circa 200mila euro di incasso e 8.000 biglietti.

Notevoli ugualmente i numeri del Palazzo dei Sette e del ristorante del festival, con più di 5.000 presenze – fanno sapere gli organizzatori – ottimi risultati per i tre appuntamenti di UJ4Kids, che hanno registrato sempre il tutto esaurito, con il pubblico, composto da bambini e famiglie, che ha occupato anche il palco.

A conferma del grande richiamo della manifestazione i dati degli alberghi del territorio hanno registrato il tutto esaurito.

È d’obbligo – scrivono da UJ – ringraziare le Istituzioni, gli sponsor e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo importante evento.

Il direttore artistico, Carlo Pagnotta, durante la conferenza stampa conclusiva ha dato l’arrivederci agli appassionati di jazz e non solo a Perugia il 7 gennaio con il primo concerto del 2020 del Jazz Club Perugia con il Travel Notes Quartet di Rosario Bonaccorso e a Umbria Jazz 20 dal 10 al 19 luglio 2020.

Pagnotta ha annunciato che il primo concerto dell’edizione estiva di UJ, in programma al Teatro Morlacchi il 10 luglio alle 17, sarà dedicato a Mario Guidi, manager musicale e grande personaggio del jazz internazionale recentemente scomparso. Il tributo è stato fortemente voluto da Enrico Rava che, per l’occasione, guiderà un gruppo “speciale”.

Published by

Rispondi