Umbria Factory Off tra teatro e musica con il “Cantico dei Cantici” e Giovanni Guidi

Un cartellone multiforme ed estremamente versatile in cui presentare con varie formule linguaggi artistici differenti. Teatro, danza, musica e performing arts, a stretto contatto con le arti visive, le arti interattive, la sound art, il video e la cultura digitale. Amplificando l’effetto visivo, scenografico e performativo. Il tutto dislocato su diversi territori della regione Umbria e su piattaforme online.

È “UFO 22 – Umbria Factory Off”, la rassegna che ci accompagnerà fino alla seconda edizione dell’evento “Umbria Factory Festival” prevista in autunno (la prima edizione del progetto artistico multidisciplinare ha animato la città di Foligno, e non solo, con tre intensi weekend nei mesi di ottobre, novembre e dicembre 2021).

Questa sezione “off” del festival inizia con due appuntamenti a Foligno, all’interno dello Spazio Zut, tra teatro e musica. Venerdì 4 marzo (ore 21.15, ingresso 10 euro) è in programma “Cantico dei Cantici”: adattamento, interpretazione e regia di Roberto Latini (Premio Ubu 2017) di uno dei testi più antichi di tutte le letterature.

Sabato 5 marzo (ore 21.15, ingresso 10 euro) sarà la volta di un’anteprima nazionale. Con “100 Comizi d’amore”, il pianista folignate Giovanni Guidi presenterà il suo nuovo progetto in Piano Solo dedicato a Pier Paolo Pasolini, a 100 anni dalla sua nascita e proprio per la data del 5 marzo.

“Umbria Factory Off” è un cartellone che ha l’obiettivo, per i prossimi mesi, di tenere viva l’attenzione sull’evento “Umbria Factory Festival”, dedicato ai processi di creazione contemporanea e curato da ZUT! (nel 2021 realizzato con il contributo di MiC Ministero della Cultura, Regione Umbria, Comune di Foligno, Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno e che ha visto la presenza di ospiti nazionali e internazionali, facendo riscoprire il piacere di incontrarsi fianco al fianco in sala e in alcuni dei luoghi storici e non convenzionali per assaporare la magia delle arti performative a trecento sessanta gradi).

Il programma di “Umbria Factory Off” prevede ora eventi e spettacoli diversi che attraverso i linguaggi del contemporaneo si estendono dal territorio di Foligno ai comuni di Cannara, Spoleto, Perugia, Terni, Sant’Anatolia di Narco, San Giustino e altre zone dell’Umbria.

Saranno presentate specificità legate al teatro emergente nazionale, alla promozione di giovani artisti affiancati dalla presenza di compagnie ormai affermate del panorama nazionale e internazionale, spettacoli per bambini e famiglie, eventi legati alla musica sperimentale e azioni mirate di sensibilizzazione attraverso le arti, dedicate a un pubblico vario e trasversale.

Il progetto è realizzato grazie alla collaborazione con partner e enti culturali e artistici locali e nazionali come atto per consolidare alleanze e sinergie importanti per la promozione dell’arte e delle opere.

L’intervento è stato realizzato con il sostegno dei “Fondi POR FESR Umbria 2014 – 2020 – Az. 3.2.1 – Avviso Pubblico per partecipazione Progetto Spettacoli dal Vivo”.

Published by

Andrea Luccioli

puoi seguire Andrea anche su: Facebook - Instagram - Linkedin

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.