“Una Boccata d’Arte”, a Vallo di Nera arriva la mostra di Francesco Cavaliere

Manca pochissimo all’inaugurazione della seconda edizione di “Una Boccata d’Arte”, un progetto d’arte contemporanea diffuso in tutte le regioni italiane che, dal 26 giugno al 26 settembre 2021, promuove l’incontro tra arte contemporanea e bellezza storico artistica dei borghi più evocativi d’Italia.

Una Boccata d’Arte è un progetto di Fondazione Elpis, in collaborazione con Galleria Continua, e con la partecipazione di Threes Productions, che consente all’artista la più ampia libertà creativa e l’utilizzo di qualsiasi media artistico all’interno di percorsi tematici che dialoghino in modo convincente con i borghi. I venti borghi selezionati ogni anno in base al numero di abitanti non superiore a 5.000, alla presenza di un tessuto culturale attivo e alla capacità artigianale, commerciale e ricettiva a carattere famigliare, diventano il teatro di venti interventi in situ d’arte contemporanea, realizzati da artisti emergenti e affermati, invitati da Fondazione Elpis e Galleria Continua.

UMBRIA

Vallo di Nera è il borgo che ospiterà la mostra La Lince D’Ombra e Pietra Sponga dell’artista Francesco Cavaliere. L’inaugurazione si terrà sabato 26 giugno alle ore 18.30, a seguire la performance dal vivo e il rinfresco presso la Torre di Guardia, Piazza Umberto I, Vallo di Nera (PG). «La Lince D’Ombra e Pietra Sponga è un racconto di ispirazione mitologica e cavalleresca, con elementi contemporanei e surreali, tipici dei racconti di Vallo di Nera, le cosiddette vallanate. Una favola che si ancora alle credenze e alle passioni del territorio, le sue conformazioni geologiche e religiose. Parte del testo verrà riportato sul drappo esposto alla Torre di Guardia. L’intera storia, che trae ispirazione dalle avventure pastorali della transumanza tra i monti sibillini, sarà letta ad alta voce dalla Torre. Un libretto contenente la sua stesura completa, sarà donato a La Casa dei Racconti di Vallo di Nera», ha spiegato Francesco Cavaliere.

Chiara Ryan Izzo, tra gli organizzatori dell’evento, spiega che “Vallo di Nera è un paese ai piedi del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, l’incantato Lago di Pilato e la Grotta della Sibilla, un castello della valle  sul poggio lambito del fiume Nera, crocevia di scambi importanti, di viaggiatori e di pellegrini. Un luogo di passaggio sospeso, fuori dal tempo, le case di pietra aggrappate l’una all’altra, custode delle storie di viaggi epici di cui, ancora oggi, questo luogo rileva le tracce. Dalla Torre di Guardia, a pochi metri dalla Casa dei Racconti Ecomuseo della Dorsale Appenninica Umbra, Francesco Cavaliere ci canterà una storia fantastica che trae ispirazione dai romanzi cavallereschi, che tanto hanno segnato questi luoghi, e dalle vite dei pastori che raccontavano la transumanza in versi. Come traccia del passaggio di Cavaliere, un segno alla finestra della Torre di Guardia: un drappo contemporaneo, quasi venisse da un altro mondo, sospeso perché tutti possano leggerne l’avventura. A fine settembre, tempo di ritorno alla valle della transumanza, tolto il drappo, rimane un piccolo libro come segno donato alla Casa dei Racconti di Vallo di Nera, luogo depositario della tradizione orale dell’intera comunità”.

INFO -> https://www.unaboccatadarte.it/

Published by

Andrea Luccioli

puoi seguire Andrea anche su: Facebook - Instagram - Linkedin

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.